IL 65% DEGLI ITALIANI E’ CONTRARIO ALLE NOZZE GAY

0
46

Ignazio Marino, Laura Boldrini e tantissimi altri, sostenuti da una spettacolare copertura mediatica, da giorni cercano di far passare le nozze gay come battaglia decisiva per il Paese. Sarà. Sta però di fatto che la stragrande maggioranza degli Italiani non è favore del matrimonio fra persone dello stesso sesso. Lo attesta un sondaggio Ipsos commissionato dal “Corriere della Sera” e pubblicato ieri dal quale è emerso – scrive Nando Pagnoncelli, amministratore delegato di Ipsos Italia – che, se è vero che «tre intervistati su quattro sono favorevoli al riconoscimento» delle coppie omosessuali, appena il 35% degli intervistati «si dichiara favorevole al matrimonio» (Corriere della Sera, 20/10/2014, p. 5). Questo dato, considerando che un altro 39% degli italiani intervistati si è detto favorevole alle unioni civili, sta a significare – come in effetti, e correttamente, riferisce il titolo dell’articolo – che le unioni civili trovano oggi d’accordo «tre italiani su quattro».

Sia chiaro: per chi, come il sottoscritto (ed il 23% degli interpellati), è contrario sia al matrimonio che alle unioni civili, che la stragrande maggioranza degli Italiani sia favorevole a questo secondo istituto, il quale può comunque avere diversi assetti, non rappresenta affatto una buona notizia. Anzi. Ma dubito che il fatto che il 65% dei cittadini – cioè tutti quanti non la pensano come il citato 35% del campione – ritenga ancora il matrimonio come esclusivo fra uomo e donna farà piacere ai paladini del progressismo. E non stupisca la discrepanza fra questa rilevazione Ipsos e quella, precedente, di Demos & Pi, che dava il 55% degli Italiani favorevole alle nozze gay: è semplicemente dovuta al fatto che il lavoro di Demos & Pi, che pure sondava diverse questioni di attualità e di politica, non offriva agli intervistati possibilità di scegliere fra nozze ed unioni civili, essendo incentrato tutto sull’essere o meno favorevoli all’istituzione del «matrimonio gay». Ma, laddove possono esprimersi, i cittadini sanno ancora dire cosa sia il matrimonio.

Comments

comments