IL MARE PER LEI

0
13

Esistono ancora gli uomini di una volta? Le donne se lo chiedono spesso, soprattutto in relazione all’arte del corteggiamento, ormai non più praticata, e a quella galanteria che oggi sa tanto di reperto archeologico. Il dubbio che qualche esemplare maschile sia sfuggito alla contaminazione moderna, però, a volte viene. Quando leggi dell’impresa di tale Harry Martin-Dreyer, per esempio, londinese innamorato della navigazione e, ancor di più, di Lucy, la sua amata. Innamorato a tal punto che per lei si è sciroppato l’Atlantico a remi: 3000 miglia di oceano fra onde, tempeste e squali. Un’impresa terminata con lui che, inginocchiatosi, ha chiesto a lei di sposarlo. Scena d’altri tempi, si dirà. Eppure lei, Lucy, ha trovato il coraggio di simulare un dissenso: «E’ stato fantastico, una completa sorpresa. Io continuavo a dire ‘no, no, no’ e Harry ha detto: ‘posso prenderlo come un sì?».

A rendere ancora più speciale il tutto c’è la ragione cui la navigazione di Harry ha preso avvio, e cioè raccogliere fondi per la ricerca sulla leucemia. Raccolta buona, peraltro – circa 125,000 euro -, e resa possibile grazie anche ad Alex Brand, il compagno di viaggio del marinaio innamorato. Il quale solo in mezzo all’oceano è stato informato delle intenzioni del collega. Troppo tardi per mandarlo al diavolo, e abbastanza vicino alla meta per apprezzarne il coraggio. Adesso che i due convoleranno a nozze, tuttavia, faranno quindi bene a ricordarsi della generosità di Alex. Ed anche della profondità dell’oceano, delle infinite onde che contiene, dei suoi abissi. Perché la loro vita assieme, come una spericolata ma solida barca a remi, possa proseguire a lungo sul mare della vita, consapevole delle difficoltà che questa comporta, ovviamente. Ma anche del piacere di navigare verso la stessa meta, dividendosi la fatica e condividendo la gioia.

Giuliano Guzzo

Comments

comments