LETTERE AL GIORNALE: PREMIO “GAMBERO” ALLA CONFUSA GIUNTA E MAGGIORANZA PROVINCIALE

0
23

Tra errori, incomprensioni e tensioni, la maggioranza sinistra autonomista, dopo aver introdotto obblighi scolastici strani e di dubbia legittimità, tagli e retromarce in molti settori, si è arrivati all’approvazione del bilancio provinciale.
Bilancio, che è il frutto di una maggioranza sfilacciata, dove i veti incrociati e le prove muscolari interne della maggioranza, sono stati i veri protagonisti, culminati con lo stato confusionario manifesto, in occasione dell’approvazione di un emendamento che andava ad azzerare l’Irpef, con l’effetto di uno sbilancio contabile di ben 89 milioni di euro.
Tale disattenzione della maggioranza, ha generato una interessante proposta delle minoranza, obbligatoriamente accolta dal governatore, che prevede la messa a disposizione di ben 6 milioni di provvidenze, a disposizione dei pensionati, attraverso sgravi fiscali che si tradurranno in aumenti.
Detto ciò, d’obbligo la proposta di insignire questa Giunta del premio “Gambero”, senza offesa per il simpatico crostaceo, ma per la capacità di ben rappresentare quei suoi tipici salti all’indietro.
Infatti, se andassimo a contare le retromarce di questa giunta, dalla sanità, ai dirigenti, fino alla riorganizzazione interna della Provincia stessa, la caratteristica evidente, è la mancanza di un progetto reale, con azioni di pronto soccorso nel mondo del lavoro e con scelte politicamente schizofreniche, che si traducono anche nella confusione con cui si è trattato l’attuale bilancio.
Un bilancio vuoto, che taglia servizi, sforbicia laddove serve investire e non taglia dove l’opulenza, gli sperperi, gli sprechi, le assunzioni poco trasparenti delle partecipate, potrebbero essere politicamente lette, come un consolidato sistema di voto di scambio.
Cons. Claudio Civettini – LISTA CIVICA TRENTINA

Comments

comments