Sanità: basta depotenziare – Lettere al giornale

Basta razionalizzazionei legate a criteri di bilancio sulla pelle della nostra gente!
Questa è l’ultima di una serie di segnalazioni che ho ricevuto!
Venerdì 14 settembre durante la notte una bambina della Valle del Chiese ha avuto una forte crisi respiratoria.
È stata chiamata immediatamente l’ambulanza che è prontamente arrivata da Tione.
Vista la situazione della piccola, è stato chiesto subito l’intervento dell’elisoccorso.
Nel giro di pochi minuti sono arrivati i Vigili del fuoco ma contemporaneamente da Trento la segnalazione che l’elicottero non poteva decollare.
Bisognava trasportare subito la bimba all’ ospedale di Tione e attendere l’arrivo del personale sanitario da Trento.
Nel frattempo naturalmente il Pronto Soccorso di Tione in collegamento costante con Trento ha provveduto alle cure della piccola e per fortuna poi tutto si è risolto. La piccola successivamente è  poi stata trasportata a Trento.
Ma mettiamoci nei panni della famiglia!!
Va un grande ringraziamento a tutto il personale sanitario, ai vigili del fuoco ai volontari….
Và segnalata a chiare lettere l’incertezza e l’insicurezza che si vive in momenti simili essendo distanti da Trento e non sempre con la possibilità che arrivi l’elisoccorso specie la notte.
Dal  venerdì al lunedì mattina non abbiamo un pediatra su cui contare in caso di bisogno.
Anche solo per far controllare un bambino si va a Trento, sempre 50 km e ringraziare di non trovare traffico o la neve.
Ora andiamo incontro all’inverno…..
Per fortuna la piccola sta bene ma potrebbe succedere ancora potrebbe succedere ad altri…
È tanto se si chiede di potenziare anche per i bambini il pronto soccorso a tione con un pediatra?
Certe scelte fatte dala provincia sulla sanità potrebbero costare davvero care.
Daniele Costantini, candidato alle elezioni 2018 Autonomisti Popolari