LA FABBRICA CHE RESISTE

0
48

A Caen, in una cittadina nel nord della Francia, situata nella regione Calvados, gli operai della fabbrica Jeannette che produce il dolce francese Madeleine sono in tumulto: infatti da dicembre la famosa ditta ha chiuso i battenti e loro si sono ritrovati liquidati in quattro e quattr’otto.

Le Madeleine è un prodotto tipico del Nord della Francia, molto simile al plum-cake per il gusto, ma a forma di conchiglia. Questi dolcetti divennero particolarmente famosi durante il ‘900 dopo che Marcel Proust li citò in un brano contenuto nel primo dei sette romanzi che compongono “ à la recherche du temps perdu” : il sapore di uno di questi biscotti inzuppato nel thé fecero riaffiorare allo scrittore dei ricordi d’infanzia e delle sensazioni orami dimenticate. Gli operai, tanto legati a questo pasticcino, non accettano il fallimento dell’azienda e occupano, dal 20 di febbraio, lo stabile giorno e notte per impedire che i macchinari vengano messi all’asta. “ No al saccheggio di impianti industriali “ è una delle scritte che troneggia sulle pareti esterne della fabbrica e inoltre i lavoratori hanno posto simbolicamente davanti all’entrata una bombola di gas. Grazie alla loro perseveranza sono riusciti a far annullare un’asta nel mese di febbraio, impedendo ai 10 possibili acquirenti di entrare, tra cui alcuni venuti addirittura dalla Bulgaria, evitando così la vendita delle linee di produzione con un valore pari a 375.000 euro.

Il loro scopo è di trovare un finanziatore disposto a rilanciare la produzione del dolce tanto caro a Marcel Proust : “ Facciamo di tutto per cercare di trovare un finanziatore e trasmettere questa conoscenza alle generazioni future. Non penso che sia ancora stato fatto tutto il possibile “ ha commentato Christian Leroy, uno degli operai licenziati in dicembre, come riportato dal quotidiano Le Figaro e inoltre Françoise Bacon che da 36 anni lavora in quest’azienda ed ex delegato CGT ha detto : “ Non gli permettiamo di fare così, e di lasciare le nostre macchine ai rapaci”.

Durante il mese di febbraio la produzione di Madeleine è stata rilanciata dagli operai ben due volte, ma il liquidatore giudiziario ha deciso di chiudere la fornitura di gas alla ditta per cercare di dissuadere gli operai a continuare la loro crociata.

Cecilia Capurso

Comments

comments