Cosa prevedono le profezie del Ragno Nero per il 2018?

Cosa prevede il Ragno Nero per il 2018? Alcuni aspetti della vita dei padri saranno cambiati radicalmente. L’uomo scoprirà quest’anno che lo stile di vita materialista finirà. Si potrebbe parlare di una reazione, nei paesi industrializzati, a un tipo di vita imposta da “coloro che non possono vedere oltre i soldi”. In questo momento, molti valori della vita cambieranno, perché le persone svilupperanno una tendenza a guarire lo spirito, prima della carne.

Ci viene ricordato un personaggio, “Inoca”, che avrà un ruolo decisivo perché sembra che questo personaggio sia legato alla “pietra di Roma” immersa nel sangue.   Molti (compresi i personaggi significativi) abbandoneranno tutto per cercare la pace all’interno, nelle montagne. Oppure è una metafora per loro che abbandonano tutti i loro attaccamenti alla famiglia, al conforto e poi trovano la pace interiore, come se fossero soli in una montagna.

Ciò accadrà anche a “l’albero uomo con le stelle”. Questo potrebbe riferirsi al Figlio-di-Uomo, l’ultimo essere umano o mezzo-Dio che viene definito “l’Albero del Mondo” e allo stesso tempo connesso a l’universo (le stelle);  la stessa cosa succederà a “il figlio zoppo del re” e per “il figlio del giovane leader”. Sono tutti personaggi che un giorno sarai in grado di identificare facilmente.

In questo momento una speranza proveniente dal nord Europa scomparirà perchè non potrà mai esserci unità tra il sud e il nord. Sarà forse la definitiva fine dell’Unione europea?

Cosa sono le profezie del Ragno Nero? Si intendono quelle profezie scritte da un monaco veggente bavarese, che visse intorno alla seconda metà del XVI secolo tra Ratisbona, Monaco e Augusta, meglio conosciuto come Monaco Nero. Dopo un periodo d’oblio le sue carte ritornarono alla luce all’inizio del 1700 sulle quali appariva, quasi come un sigillo, la forma di un ragno nero. Le profezie del Ragno Nero consistono in una lunga elencazione di avvenimenti, corredati per ogni anno da una pagina di prosa, le profezie terminano il 7 giugno 3017 d.C..

Alcuni hanno affermato l’estrema inaffidabilità di tali profezie, ma certamente presentano un maggiore grado di affidabilità rispetto a quelle di Nostradamus. Qui di seguito il testo completo per l’anno 2018:

Cadranno dal cielo grandi luci per dispensare la felicità.

E gli uomini capiranno che non fu felicità quella dei padri.

E gli uomini capiranno che la felicità ha per casa la semplicità.

Uccidete chi vive nell’affanno.

Uccidete chi non sa vedere al di là del denaro.

Uccidete chi vive per accumulare ricchezze.

I grandi Spiriti diranno: lavorate con serenità, alimentatevi con saggezza, e dedicate tre ore al giorno alla cura dello spirito.

La luce segnata di viola verrà spenta per mano di Inoca.

E il sangue bagnerà la pietra di Roma.

Poi ci sarà la processione delle luci.

E molti uomini lasceranno la casa e i genitori per incontrare Dio nella pace dei monti.

Così sarà anche per l’uomo dell’albero con le stelle.

E per il figlio del re storpio. E per il figlio del giovane condottiero.

Crollerà il ponte delle speranze alle prime nebbie.

E questo il tempo in cui sorgeranno i primi ospedali dello spiri­to.

E i medici verranno dall’Oriente.

Gli uomini capiranno finalmente che ogni malattia della carne inizia nello spirito.

E non ci può essere malattia della carne, se lo spirito è sano.

Lo spirito sereno tiene lontana la vecchiaia.

Nella nuova Sodoma molti uomini impazziranno e trascineran­no nella polvere gli unici saggi che hanno avuto il coraggio di par­lare.

Ma su questa città giungerà una luce eccezionale.

Molti rimar­ranno abbagliati e cadranno in estasi, mentre lo spirito raggiunge­rà la dimensione di una felicità mai provata dall’ uomo.