RENZI TOUR, PER NASCONDERE L’INVASIONE CON L’IMU

0
111

Il Renzi in tour. Sembra il titolo di uno spettacolo di Crozza, ma è la realtà che riguarderà 100 città italiane investite dal ciclone del premier impegnato a recuperare consensi. Perché un sondaggiobblicato dal giornale.it assicura che il Pd perde milioni di voti grazie alle demenziali politiche sugli invasori. Dunque occorre correre ai ripari. Andando nei teatri di tutta Italia a raccontare che le tasse sulla casa spariranno. Imu, Tasi? Mai più. Tutti più ricchi, più posti di lavoro, scuole più belle, il Rinascimento italiano. Qualcuno ha dubbi? Provvederanno i giornali di comodo a rassicurare, a tranquillizzare, a garantire.

I tagli alla sanità? Ci sono, e’ vero, ma è meglio curarsi poco  ed evitare le analisi: se non sai di essere malato, vivi meglio e non spendi per le medicine. Ottimismo ci vuole. Una mela al giorno leva il medico di torno, no? Ed il Renzi ti leva il medico perché costa. Quanto alla mela, se la vuoi la vai a raccattare nell’immondizia al mercato. Quelle buone sono destinate agli invasori. Perché quello dell’invasione resta un problema. Per colpa della Germania e della Francia, ma anche della Gran Bretagna e dell’Ungheria. Tutti questi egoisti che si dicono pronti a suddividere i profughi in fuga dalle guerre, ma che pretendono che gli altri vengano rimandati indietro. Perché l’Europa non può garantire lo stato sociale per tutti quelli che non han voglia di lavorare a casa loro e pretendono di essere mantenuti da noi. I giornali di servizio italiani continuano a raccontare di guerre finite da decenni e quelle carogne di europei vengono a ricordare che in Etiopia la guerra non c’è più e che è il Paese con la maggior crescita del Pil (10 volte quella italiana).

E in Ghana? In Kenya? In Gabon? Ora persino la Turchia, secondo gli italiani, e’ un Paese in guerra. Poiché è un Paese Nato, se fosse in guerra lo saremmo anche noi. Ma si sorvola. L’importante è mescolare le tante menzogne con un briciolo di verità. Storytelling. Non le notizie, ma le storie inventate. La stessa logica alla base del tour del Renzi. D’altronde l’opposizione non offre molte alternative. Berlu pensa di contrastare il Pd con l’acquisto di Balotelli, gli altri hanno la testa in ferie allungate. Se ne riparlerà ad Atreju? Ne riparleranno i salviniani con ipotetiche scuole di formazione? Ricomparirà Grillo nonostante i grillini favorevoli agli invasori? Intanto il Renzi  tour andrà avanti.

Augusto Grandi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.