Biancofiore strizza l’occhio all’elettorato di CasaPound in Alto Adige

0
639

Furba la Biancofiore perché ha capito che si deve puntare al bacino elettorale di CasaPound in Alto Adige per esistere politicamente. La riapertura della sede storica del Msi e poi di Alleanza Nazionale da parte di Forza Italia è stata fatta in quest’ottica, anche perché basta fare 100 metri per capire che la comunità italiana in Alto Adige ha bisogno di fermi punti di riconoscimento nazionali e indentitari. Il popolare centro Rock a Forte a Bolzano di CasaPound è la piena dimostrazione di come una comunità poco apprezza chi si basa su posizioni moderate. A non capirlo il consigliere Alessandro Urzì, il Sindaco di Laives Christian Bianchi e da Mario Tagnin che hanno preso atto della “decisa svolta estremista messa in atto dai vertici locali di Forza Italia, peraltro in netta contraddizione con la linea più volte indicata dal Presidente Berlusconi, anche rispetto alla volontà di dialogo nella fermezza dei principi con la Suedtiroler Volkspartei”.

I “moderati” hanno detto che “Vogliamo restare il centrodestra del buongoverno, dialogante, plurale, contro gli estremismi, ma soprattutto democratico, aperto”, si legge nella nota. “Pertanto a decorrere da oggi, preso atto dell’incompatibilità politica e valoriale con i vertici locali di Forza Italia, interrompiamo ogni relazione con loro”.

Michaela Biancofiore ha tatticamente scelto un uomo come Giovanni Ivan Benussi, vicino a CasaPound, che da ieri è il vice coordinatore di Forza Italia regionale. Ieri l’investitura nella sede di piazza Vittoria con spilletta appuntata al bavero del consigliere comunale, unico sindaco bolzanino di centrodestra del dopoguerra. Michaela Biancofiore è come se giocasse una partita di poker nella quale si adotti il “principio che ci può essere una maggioranza e una minoranza. Benussi è il simbolo vivente di ciò che può fare il centrodestra unito: vincere. E la Svp dovrà trattare”. Parole quelle della Biancofiore che rilanciano per l’ennesima volta la sua figura sul territorio regionale.

 

Comments

comments