De Bertoldi: “Attentati incendiari anarchici risultato degli anni di tolleranza del centrosinistra”

“Gli attentati incendiari di questa notte in Trentino, che fortunatamente non hanno provocato vittime, hanno esposto, in in momento in cui la città di Trento è al centro dell’attenzione di tutto il Paese, i risultati degli anni di tolleranza del centrosinistra al governo della Provincia nei confronti di una già tristemente nota area anarchica”, ad affermarlo il Senatore di Fratelli d’Italia Andrea de Bertoldi in una nota stampa.
Fratelli d’Italia al Senato già ieri ha presentato un’interrogazione al Ministero degli Interni, dopo le avvisaglie che qualcuno aveva già derubricato a “manifestazioni”, dell’occupazione anarchica di un’università nel pieno centro del capoluogo.

Gli attentati incendiari sono avvenuti stanotte tra le 3.30 e le 4, a poche ore dunque dalla prima giornata dell’adunata nazionale degli alpini, a Trento, che inizia oggi. Sugli episodi, per i quali non ci sono rivendicazioni, indaga la Digos della polizia. Hanno riguardato uno la linea del Verona-Brennero, a Lavis, l’altro quella della Valsugana, a Villazzano di Trento.

De Bertoldi ha voluto aggiungere in merito ai fatti: “Ora gli atti, peraltro tardivi, di condanna da parte delle stesse forze che hanno governato nel centrosinistra la provincia di Trento in questi anni, lasciando impunemente crescere la tolleranza verso i responsabili di questi atti criminali, rendono quanto mai necessario un cambio di passo quest’autunno da parte di tutti i Trentini che hanno a cuore la sicurezza e il benessere della nostra terra!”.