A22, Conzatti (FI): “Toninelli trovi un accordo con gli amministratori locali”

La questione legata alla gestione dell’A22 – Autostrada del Brennero – continua a suscitare reazioni. Stavolta è il turno di Donatella Conzatti, senatrice di Forza Italia.

L’autostrada del Brennero è stata pensata, progettata e costruita dagli stessi Enti Locali che l’hanno fatta crescere fino ad oggi con elementi qualitativi che sono sicuramente a conoscenza del Ministro” ha infatti dichiarato la forzista rivolgendosi a Danilo Toninelli, che nei giorni scorsi aveva polemizzato contro le resistenze della comunità locale.

Si sieda al tavolo della concertazione – continua la Conzatti – con la volontà di trovare un accordo con gli amministratori dei territori che difendono ciò che questa terra ha costruito, invece di minacciare coloro che osano non fare ciò che lui impone“.

Altro che bottino, se il dossier della A22 non è stato ancora chiuso è solo perché le popolazioni e le nostre Comunità ne verrebbero danneggiate ingiustamente” attacca la Conzatti, rispondendo anche alla accusa scagliata dal Ministro che ha definito la A22 una “gallina dalle uova d’oro”. “Così il Ministro confonde la forma giuridica di spa con la natura di questa Autostrada che è una società partecipata pubblica. Si tratta dell’unica tratta autostradale gestita sin dalla sua origine dagli stessi concessionari che sono gli Enti locali, prima tra tutti la Regione Trentino-Alto Adige“.

La senatrice forzista ricorda anche che attraverso gli utili dell’A22, la regione rinuncia ai dividendi, finanziando la Ferrovia del Brennero e il traforo del Brennero. “Toninelli dimentica che bisogna distinguere ciò che è diverso. Questa strada è nata qui con l’intervento diretto degli Enti locali: ora si sieda al tavolo e trovi un accordo, poi porti questa situazione come esempio di modello virtuoso di gestione” ha concluso la Conzatti.