A22: per Fraccaro, Marini e Nicolini la nuova concessione è un modello

Grande soddisfazione da parte del Movimento 5 Stelle in Trentino-Alto Adige, nello specifico nelle persone di Riccardo Fraccaro (Ministro dei Rapporti col Parlamento), Alex Marini (Consigliere provinciale in Trentino) e Diego Nicolini (Consigliere provinciale in Alto Adige) sul tema dell’A22.

Dopo mesi di duro lavoro – scrivono in una nota congiunta i tre esponenti grillini – il Governo sblocca una impasse gestionale che durava da ben cinque anni e introduce un modello innovativo, una gestione in house completamente pubblica, che pone al centro i cittadini che viaggiano e fa finalmente l’interesse pubblico“.

Le risorse restano infatti ai territori e quelli che una volta erano dividendi si trasformano in ulteriori investimenti a beneficio della qualità del servizio erogato” sostengono Fraccaro, Nicolini e Marini. “Abbiamo seguito le trattative sin dal primo istante e possiamo dire che è stato un percorso non facile per il Ministero dei Trasporti perché da parte dei soci c’è stato il tentativo di trattenere i grossi introiti che la gestione di A22 gli aveva garantito finora“.

Le risorse adesso saranno impiegate per ridurre le tariffe, investire in sicurezza e manutenzione, ammodernare le strade e migliorare il servizio erogato” promettono il Ministro e i consiglieri. “La notizia dell’ok del CIPE alla nuova concessione è un motivo di orgoglio e soddisfazione“.

Il modello che il MIT con il Ministro Danilo Toninelli è riuscito a imporre è all’avanguardia, mette al centro i territori, i suoi cittadini e l’ambiente. Farà di A22 un esempio da seguire” concludono Fraccaro, Marini e Nicolini.