ANARCHICI VS LEGA NORD: PROVOCAZIONI FORTI

0
25

Durante la manifestazione per la Festa della Libertà del 25 Aprile 2014 il corteo di matrice anarchica partito da Piazza Dante e svoltosi per alcune vie della città, ha imbrattato i muri della città con scritte provocatorie contro i partiti della destra tradizionale, come la Lega Nord e contro Casa Pound, promettendo fuoco e bombe e timbrando con questo messaggio edifici pubblici e privati. Ma chi paga per tutto questo? Assicurazioni private, fondi pubblici per il ripristino degli edifici o sarà necessario fare fede al Fondo Anti Terrorismo che pagherebbero tutti i contribuenti?

Non è tardata la risposta in voce di Erminio Boso, noto esponente della Lega Nord, che ha proposto la soluzione della sparatoria sugli anarchici, per colpirne una quindicina a scopo educativo.

Conclusa la “querelle” satirica, che però da parte del complesso anarchico tanto satirica non è, dati i danneggiamenti e i raid vandalici di recente passato, si chiude la vicenda con l’amara constatazione della Lega Nord, di cui vi riportiamo il comunicato giunto in redazione e le immagini annesse.

“Ieri, 25 aprile 2014, la sede della Lega Nord Trentino è stata nuovamente colpita dalla mano di qualche ignoto che, sicuramente non per commemorare la Festa della Liberazione, si è divertito, armato di bomboletta spray, a scrivere una frase poco decorosa sul muro d’ingresso. La provenienza di questo gesto non lascia spazio a numerosi dubbi ma comunque le azioni di persone che della democrazia non conoscono neppure il significato non fermeranno i nostri ideali e le nostre azioni politiche ma andremo avanti convinti che in questo momento ogni sforzo deve essere volto all’aiuto delle famiglie e delle imprese trentine, dei giovani disoccupati e degli anziani che vivono con misere pensioni. Compiere un simile atto nel giorno della Festa della Liberazione è sinonimo di poca intelligenza, non politica ma umana.”

Comments

comments