Attentato sede Lega ad Ala. D’Alterio (M5S): “Mai usare la violenza, non è tollerabile”

A seguito dell’episodio di questa mattina verificato ad Ala, dove è stata fatta esplodere una bomba carta nella sede della Lega, è intervenuto, con un post su Facebook, anche Mario D’Alterio, del M5S.

“Voglio esprimere – ha esordito – la mia personale solidarietà e condanna verso tali gesti di violenza che in ogni caso vanno stigmatizzati”. “Spero che la giustizia faccia velocemente il suo corso e che sia data giusta pena a soggetti che pare vogliano imitare tristi pagine della storia d’Italia, e di cui abbiamo bruttissimi ricordi anche qui nella nostra regione.
Un ricordo del passato che non possiamo permettere di ritornare”.

“Con la scusa di combattere il fascismo – ha poi ricordato – vi sono soggetti che scendono nelle piazze assumendo atteggiamenti ben peggiori di quelli che dicono di combattere.
Un episodio che va ad aggiungersi al gesto verificato nella giornata di ieri a Torino, dove dei giovani hanno appiccato fuoco a due manichini raffiguranti i due Ministri Di Maio e Salvini al solo scopo di protesta”.

Ribadendo poi: “Non si capisce ancora bene per cosa protestassero, certamente il MoVimento 5 Stelle non ha mai lontanamente pensato di usare forme di protesta violenta.
Voglio ricordare che il nostro MoVimento si caratterizza per un’impostazione francescana, prendendo come spunto gli insegnamenti di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia”.

“Posso capire – ha continuato – che a volte è necessario protestare, soprattutto se si è giovani e si è vissuti sotto Governi che non hanno mai ascolto le esigenze dei cittadini, ma a patto di non andare contro la legge e di non usare violenza. Quello mai”.

“Quanto avvenuto ieri a Torino e stanotte in Trentino – ha infine affermato in chiusura – è un campanello d’allarme per tutti coloro che credono – come noi – nella democrazia. Vi sono ambienti politici e culturali che non accettano la presenza di forze del cambiamento e ciò spaventa. Confido nella maggioranza silenziosa e sul suo potere di aiutare chi vuole veramente bene ai trentini e agli italiani”.