TRENTO. CasaPound continua nella sua attività di contrasto al degrado, questa volta a Madonna Bianca dove alcuni attivisti hanno passeggiato nella zona delle torri dopo i recenti furti.
“Ancora una volta CasaPound scende in strada con la propria presenza per combattere degrado e criminalità, due problemi che animano il dibattito politico senza che però nessuno, sia da destra che da sinistra, vada oltre la semplice denuncia di una situazione ormai inaccettabile”. A renderlo noto, attraverso una nota stampa ufficiale, è Filippo Castaldini, responsabile CasaPound Italia Trento
“Crediamo – ha continuato Filippo Castaldini – che l’aumento dei controlli e del monitoraggio del centro, come delle periferie, non possa fare che bene, ma ricordiamo che non è abbastanza e gli episodi che si susseguono ormai da troppo tempo ne sono l’esempio”.
Per questo, ha proseguito il responsabile CasaPound Italia Trento, “continueremo a monitorare e presidiare le zone a rischio della nostra città”. Per dimostrare, ha affermato in conclusione, “che riprendersi un quartiere è possibile e che la lotta al degrado non deve rimanere relegata a slogan o a comunicati stampa”.