Forza Italia ha accettato la candidatura di Maurizio Fugatti a Presidente della Provincia autonoma di Trento. La notizia è stata fornita dalla stessa Michaela Biancofiore che ha affermato: “Forza Italia sostiene e pratica l’unità del centrodestra fin dalla sua nascita. E del resto il centrodestra è stato voluto e fondato da Silvio Berlusconi, che lo ha tenuto unito anche con scelte generose che hanno spesso privilegiato la coesione all’egoismo dei numeri del proprio partito.Ovvio che questa unità è l’obiettivo di Forza Italia anche per le imminenti elezioni in tutto il Trentino Alto Adige”.

Michaela Biancofiore ricorda che sebbene vi siano due diverse leggi elettorali, sarebbe controproducente avere due linee distoniche all’interno dello stesso schieramento. In merito Forza Italia aspetta il pronunciamento del segretario della Lega Salvini che “è certamente conscio del fatto che “prima gli italiani” o “l’Italia agli italiani” non sono slogan che si possono fermare a Salorno, cioè al confine tra Alto Adige e Trentino. Negli scorsi giorni, come noto, ho affrontato a tu per tu la questione della sua candidatura a Presidente con il collega Fugatti, verso il quale non c’è mai stato un veto personale e ho constatato la volontà di averci al suo fianco”.

Biancofiore ha voluto rassicurare sul fatto che Fugatti sia ben consapevole che serve una vasta coalizione per raggiungere il 40% necessario per ottenere la maggioranza e una storica affermazione in Trentino, motivo che la ha spinto ad attendere la convergenza delle civiche prima di dare il suo assenso, cosa che credo si stia concretizzando.

“L’obiettivo è alla nostra portata e Forza Italia ha scelto di lottare convintamente e lealmente al fianco di Fugatti per ottenere il risultato della vittoria auspicato dai trentini, come alle elezioni politiche del 4 marzo u.s. Siamo convinti più che mai , a maggior ragione alla luce degli schieramenti in campo nel centro-sinistra, che fino all’ultimo dobbiamo favorire in Trentino l’allargamento della coalizione di centrodestra, della quale siamo perno centrale, a tutti coloro che vorranno avvicinarsi e condividono la nostra proposta di governo, così come ribadiamo la necessità politica ed elettorale di una lista unitaria del centrodestra in Alto Adige che sarebbe largamente maggioritaria, una calamita che manderebbe le sinistre all’opposizione”, ha concluso a riguardo Michaela Biancofiore che spera possa risolversi anche la delicata situazione politica attualmente presente in Alto Adige.