Bisesti a Filo Diretto: “Ripartiamo dalle scuole professionali”

Parole da possibile Assessore alla cultura e all’istruzione da parte del Consigliere provinciale Mirko Bisesti in occasione della puntata di Filo Diretto andata in onda stasera su Trentino TV. “Il problema è che le scuole professionali in questi anni sono state considerate di serie B”, afferma il Segretario Nazionale della Lega Trentino, il quale ha poi ribadito la necessità di puntare ad un servizio educativo che non si fermi ad essere semplicemente uno tra i migliori d’Italia.

Marco Fontanari si è poi complimentato con la visione di Bisesti in merito alla funzione che debbono avere le scuole professionali. “Un ragazzo che fa le scuole professionali non si deve sentire di serie B”, ricorda il Vicepresidente della Unione Commercio Turismo di Trento.

Si è poi posto attenzione sul fatto che attualmente, i giovani che frequentano le scuole professionali hanno possibilità maggiori di trovare un posto di lavoro. Questo avviene in particolare in Alto Adige, ma meno in Trentino. Un problema, questo, che è stato sollevato nel corso della trasmissione e del quale Bisesti ha affermato di volersi impegnare per risolverlo.

Il vero problema resta comunque la fuga dei cervelli e l’impossibilità, da parte del territorio, di ottenere risultati dagli investimenti fatti a livello universitario sui tanti giovani che studiano a Trento, ma che poi si recano a lavorare fuori Provincia. “Si deve riuscire a fare in modo che i giovani che lasciano l’Italia, possano ritornare nel nostro Paese. Il Trentino dovrebbe diventare sinonimo di meritocrazia e questo è uno dei nostri impegni, perchè si deve ripartire dai valori che ci hanno trasmesso i nostri avi”, ha poi voluto concludere Bisesti che si è anche soffermato su come sia necessario sviluppare qualsiasi progetto che tenga a mente i valori fondanti dati nei secoli.