Bisesti su Altalena: “Non è giustificabile usare bambini per fare politica”

Non è mancata la risposta anche di Mirko Bisesti, Segretario Nazionale della Lega Trentino, alla provocazione lanciata dalla ormai nota canzone Altalena, andata a colpire duramente il Consigliere regionale Katia Rossato.

L’Assessore provinciale alla cultura, all’istruzione e all’Università ha infatti dichiarato di essersi attivato già nella mattinata di sabato 22 dicembre per fare chiarezza riguardo alla canzone. “Altalena pare di chiaro contenuto politico e ha visto coinvolti alcuni bambini delle elementari. Voglio rassicurare i genitori sul mio impegno costante affinché ci sia un’istruzione che possa formare cittadini liberi e coscienti nel pensare” ha dichiarato l’assessore leghista.

Bisesti, poi, si scaglia contro il personale docente che ha lavorato sulla canzone: “Ritengo inaccettabile e privo di giustificazioni l’usare i bambini per scopi politici” ha dichiarato l’assessore, sottolineando come sia stato sfruttato anche il figlio della stessa Rossato.

La palla ora passa in mano alla scuola, che dovrà vedersela non solo con la società civile e con la Rossato, che sicuramente interverrà ancora nei prossimi giorni al riguardo. Tra gli avversari dell’Istituto Comprensivo Trento 6 ora c’è anche Mirko Bisesti, in difesa dell’istruzione apolitica, specie verso i bambini dell’età più innocente.