CasaPound protesta contro l’arrivo di Soros a Trento

0
1559
Trento, 3 giugno – “Riprendiamoci La nostra sovranità, Soros non sei il benvenuto”. Ieri sera i militanti di CasaPound hanno voluto dare così il “benvenuto” a George Soros che oggi sarà ospite a Trento al Festival dell’Economia.
“È vergognoso che uno speculatore che tanti danni ha arrecato alla nostra Nazione venga invitato a un evento così importante.
Accoglienza indiscriminata, distruzione della famiglia, governo dell’alta finanza – afferma Filippo Castaldini, responsabile di CasaPound Trento – sono solo alcune delle battaglie portate avanti da questo nemico dei popoli e delle Nazioni.
“Soros non è il benvenuto, come non sono i benvenuti quei personaggi che vorrebbero distruggere ancora di più la nostra sovranità in nome dei mercati, della UE e delle oligarchie che in Europa decidono, come successo nelle ultime settimane, se un governo è gradito o meno”.
“Per questo CasaPound – conclude Castaldini – continuerà a combattere per la sovranità italiana contro i tecnici di Bruxelles e contro coloro che speculano sulla pelle dei popoli europei”.

 

Il Festival dell’Economia di Trento oggi così si arricchisce di un ospite di peso e caratura internazionali. Il magnate ungherese naturalizzato americano George Soros è infatti atteso nel capoluogo trentino per la giornata di domani.

Un colpo di coda incredibilmente efficace per gli organizzatori della manifestazione, che sono riusciti a tenere segreto l’invito fino alla giornata di oggi, spiazzando così giornali e soprattutto partiti e gruppi extraparlamentari che avrebbero certamente resto meno agevole la conferenza.

Soros è infatti considerato da più parti come uno dei principali avversari dei movimenti sovranistieuroscetticipopulistinazionalisti e l’attuale situazione politica del Trentino avrebbe potuto far temere un’accoglienza non proprio tranquilla per il magnate.