Civica Trentina contro le gestioni associate. “Solo propaganda di Rossi e Daldoss”

0
269

Rodolfo Borga, esponente del Gruppo Consiliare Civica Trentina, attraverso una nota ufficiale del suo gruppo ha voluto commentare la questione legata alle gestioni associate dei comuni con meno di 5000 abitanti dichiarando:

“Come ampiamente prevedibile (e Civica Trentina l’aveva previsto) i risultati in termini di risparmio che le gestioni associate imposte (a scanso di fusione) ai Comuni sotto i 5.000 abitanti altro non erano che propaganda. O, forse peggio, il frutto di conteggi raffazzonati buttati lì per giustificare in qualche modo la riforma.”

Proseguendo nel comunicato stampa il gruppo dell’ex Sindaco di Mezzolombardo ha aggiunto: “Alcuni Sindaci, infatti, già ci avevano segnalato che gli obiettivi di risparmio non erano in realtà raggiungibili e sarebbero stati inevitabilmente ritoccati al ribasso. Ed ora, come scrive la stampa locale arriva lo “sconto”, che in realtà “sconto” non è, ma necessità di rivedere conteggi che non stavano in piedi. E così i tanto declamati risparmi rimangono sulla carta.
Ma vi è di più! I risparmi effettivamente realizzati non sono il frutto delle gestoni associate, ma della pesante limitazione del turn over, che ha portato in pochi anni ad una riduzione del personale comunale pari a circa 400 dipendenti. Questo nella sostanza il c.d. “piano di efficientamento”, che peraltro ha interessato tutti i Comuni trentini, anche quelli sopra i 5.000 abitanti, non costretti alla gestione associata.”

Concludendo è stato evidenziato, in tre punti, come i contributi concessi per spingere i comuni alle fusioni siano stati dieci volte superiori alla cifra risparmiata tagliando sindaci, assessori e consiglieri comunali, i risparmi che tali tagli avrebbero dovuto creare siano stati sovrastimati per questioni di propaganda e di come i sopracitati risparmi siano quelli relativi a tutti i Comuni interessati dal quasi blocco del turn over.