Commissione scuola: Bisesti dice no ai ddl Degasperi e Ferrari

Mirko Bisesti, Assessore provinciale all’Istruzione, si è detto contrario ai disegni di legge d’iniziativa consiliare sulla scuola presentati dalle opposizioni: bocciati quindi sia il progetto del Movimento 5 Stelle – a firma Degasperi e Marini – sia quello dei Consiglieri provinciali Ferrari, Manica e Olivi, del Partito Democratico.

Sul disegno dei consiglieri pentastellati, riguardante l’autonomia scolastica, l’Assessore si è detto contrario poiché non ha trovato innovative e chiare le disposizioni proposte e ha quindi preferito bocciarlo per non generare incertezze interpretative. “L’ampliamento dei poteri del collegio docenti non mi sembra chiaro, poiché potrebbe crearsi una sovrapposizione di competenze con il consiglio dell’istruzione” ha dichiarato l’Assessore, che si è detto contrario anche all’attribuzione di competenze al di fuori della funzione consultiva alle consulte degli studenti e dei genitori.

Sul disegno di legge dei Consiglieri Dem – riguardante il sovrintendente scolastico – Bisesti ha voluto ricordare che la figura è stata reintrodotta con la legge provinciale di assestamento del bilancio 2019. La Giunta, impegnata nello stabilire le norme attuative, non vorrebbe scegliere il sovrintendente solo tra i dirigenti scolastici, ma vorrebbe poter ampliare la scelta anche tra altri soggetti purché ampiamente qualificati. “Non daremo ampi poteri al sovrintendente, come immaginato dalla Ferrari e dai colleghi, perché sarebbero incompatibili con l’attuale assetto organizzativo della Provincia” ha sostenuto Bisesti.

La Presidente di Commissione Alessia Ambrosi ha deciso comunque di formare un gruppo di lavoro che in Commissione lavorerà sui due testi, per arrivare a un nuovo testo unificato. A coordinare il gruppo sarà la stessa Consigliera leghista e faranno parte di questo gruppo anche Filippo Degasperi e Sara Ferrari. L’Assessore Bisesti si è detto non interessato a partecipare.