COMUNALI TRENTO. IL CENTRODESTRA FA QUADRATO INTORNO A CLAUDIO CIA

0
144

È un centrodestra, quello che si presenta oggi, con la voglia di essere un’alternativa valida al centrosinistra autonomista. In una sala di Palazzo Thun a Trento è stata presentata la candidatura al ruolo di Sindaco di Claudio Cia. Erano presenti tutte le maggiori e significative rappresentanze partitiche del centrodestra in Trentino. Ad aprire l’incontro è stato un emozionato Maurizio Fugatti, che ha affermato che quella di oggi è il punto di arrivo di un percorso che era durato mesi per cercare un candidato unico per la coalizione di centrodestra. “Indubbiamente negli ultimi giorni le trattative sono state serrate ma c’era una volontà comune nel trovare un candidato politico che facesse quadro. La sintesi è stata trovata su Claudio Cia e dopo quindici anni il centrodestra si trova unito per queste elezioni”, ha ricordato Maurizio Fugatti, soddisfatto anche del fatto che in quest’ultimo anno si sia creata coesione all’interno dell’opposizione in Consiglio provinciale.

Marco Bettega, Presidente di Progetto Trentino, ha ricordato che è stato invitato al tavolo dopo il congresso del 6 dicembre, congresso che lo ha designato al vertice del partito fondato da Silvano Grisenti: ”Abbiamo discusso molto sui nomi ma questo era il nostro intento, e crediamo che il nome di Claudio Cia possa essere il primo mattone per costruire una valida alternativa”.

Un paragone con il calcio è quello che è stato fatto da Paolo Catanzaro, Coordinatore di Forza Italia: “Ognuno ha il dovere di allenarsi al fine di portare beneficio alla squadra”. L’esponente forzista ha dichiarato anche che “ci alleneremo nel modo migliore al fine di esprimere al meglio le nostre possibilità. Abbiamo un candidato credibile per cui lavoreremo, per cui ci spenderemo e per cui i cittadini avranno delle soddisfazioni”.

Il cittadino è scarsamente interessato alla tessera del partito ed è interessato alle azioni concrete”, ha sottolineato invece Marika Poletti riferendosi alla candidatura a Sindaco di Claudio Cia, mentre Rodolfo Borga si è soffermato sulla difficoltà nel trovare un candidato comune. “La gente comune, specie in un momento come questo, non avrebbe capito una ulteriore frammentazione. Sarebbe stata una scelta suicida”, ha affermato in merito il Consigliere Provinciale di Civica Trentina, il quale ha voluto anche ringraziare l’avvocato Andrea Merler, sino all’ultimo tra i possibili candidati a Sindaco, del suo spirito di sacrificio.

Infine è stato il turno di Claudio Cia, un persona che non lasciava certo non trasparire la sua emozione di diventare il prossimo 10 maggio il primo Sindaco di centrodestra a Trento. “A me quello che interessa è che io non sono un candidato di Civica Trentina ma il candidato di una coalizione, quindi di partiti”, ha subito voluto precisare nei confronti della stampa e delle forze politiche che si sono riunite intorno al suo nome.

C’è un gruppo – ha continuato Cia – di persone che in me hanno riconosciuto il candidato ideale per ridare la città ai suoi cittadini. Sono moltissimi i motivi che fanno sentire i cittadini lontano dalle istituzioni”.

Il candidato Sindaco ha già rassicurato che si sta lavorando sugli ultimi dettagli del programma elettorale che vedrà come argomenti importanti quali la riqualificazione territoriale, la sicurezza e il problema dei rifiuti.

Michele Soliani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.