In seguito alla Giornata dell’Autonomia, tenutasi ieri, non sono mancate prese di posizione da parte delle diverse forze politiche sul tema autonomista. Mario D’Alterio, del Movimento 5 Stelle, ritiene che l’Autonomia sia un valore primario.

Ieri ricorreva la Giornata dell’Autonomia, un anniversario fondamentale per la storia del nostro territorio e di conseguenza per le sue caratteristiche economiche, sociali e politiche” ha dichiarato D’Alterio, ricordando quando 72 anni fa DegasperiGruber, ministri degli esteri di Italia ed Austria, firmarono l’accordo che sancì l’autonomia della Regione Trentino-Alto Adige.

La nostra autonomia è un valore primario da tutelare, ma è anche fragile perché rischia con sempre più frequenza di essere ridiscussa e ridimensionata. Tutti ricordiamo le riforme costituzionali proposte da Renzi: in quell’occasione fummo proprio noi del MoVimento 5 Stelle a denunciare i pericoli che quelle riforme, volute fortemente dalla sinistra, avrebbero arrecato al Trentino e ci schierammo fin dal primo momento con il fronte del NO nel referendum del 4 dicembre 2016” ha ricordato D’Alterio, sottolineando come il Movimento 5 Stelle creda nell’autonomia ritenendo le forme di governo decentrate come possibili agevolazioni per lo Stato.

Quella del 4 dicembre è stata solamente la vittoria di una battaglia, ma la guerra sarà cosa ben diversa e più ardua, consistendo in un costante impegno finalizzato ad affermare maggiore virtuosismo” ha dichiarato il candidato consigliere provinciale, ricordando che nei 5 anni in Consiglio provinciale più volte Filippo Degasperi ha spronato l’amministrazione affinché utilizzasse il denaro pubblico per accrescere i benefici dei cittadini trentini. 

Adesso – conclude D’Alterio – urge chiudere la stagione degli sprechi e dei privilegi, che non forniscono alcun apporto alla collettività e inoltre inficiano l’immagine della nostra preziosa Autonomia. Urgono infine requisiti di professionalità e moralità nel gestire questo bene prezioso, perché possa continuare a rappresentare un baluardo di sviluppo sociale, culturale ed economico“.