Editoria. Fraccaro: “In Trentino monopolio, rimedieremo”

E’ netto l’intervento del Ministro Fraccaro a condanna dell’acquisizione da parte del Gruppo Athesia del giornale L’Adige, un acquisto che presuppone una concentrazione editoriale in Regione reputata dal Ministro per i rapporti con il Parlamento “del tutto inaudita e configura un monopolio dell’informazione sconcertante”.

L’acquisizione de l’Adige da parte del Gruppo Athesia, già proprietaria di Trentino, Alto Adige e Dolomiten, rappresenta, infatti per Fraccaro, “un vulnus inaccettabile nel panorama nazionale”.

Fraccaro ha promesso che sarà compito del Governo intervenire al più presto per ripristinare il divieto di possedere più del 50% delle testate in ambito regionale con l’obiettivo di tutelare il diritto all’informazione dei cittadini.

Il Ministro Fraccaro ha voluto aggiungere che: “Il pluralismo è essenziale per la tenuta democratica del Paese, per questo – aggiunge – è doveroso rimediare alle attuali lacune legislative in materia. Una stessa società non può essere proprietaria di quattro dei principali quotidiani locali, oltre a radio e agenzie pubblicitarie, senza compromettere gravemente il sistema dell’informazione. La libertà di stampa e l’indipendenza dai gruppi di potere vanno garantite ad ogni costo e non possono essere compromesse a colpi di operazioni finanziarie”.

Infine per il Ministro trentino una promessa “Ripristineremo la norma sul divieto di concentrazione regionale abrogata dalla legge Gasparri affinché tutte le società editoriali si adeguino alle nuove disposizioni di legge che impediranno le posizioni dominanti, al fine – conclude il ministro – di salvaguardare l’interesse esclusivo dei cittadini”.