Elena Testor (FI): “La Lorenzin ponga una deroga sul punto nascite di Cavalese”

0
905

Elena Testor inizia la sua attività parlamentare nella XVIII Legislatura difendendo il punto nascite di Cavalese. La senatrice di Forza Italia e rappresentante della comunità ladina ha posto un’interrogazione all’attuale ministro della salute Beatrice Lorenzin.

La senatrice, dopo aver spiegato lungamente i problemi del punto nascite dell’ospedale nella Val di Fiemme, ha dunque chiesto alla leader di Civica Popolare di autorizzare una deroga temporanea alla soglia delle 500 nascite annue, motivando la sua richiesta con la necessità di tutelare il bene primario dei cittadini del territorio interessato.

Il punto nascite di Cavalese è infatti attualmente chiuso data l’assenza di una seconda sala parto e una sala operatoria pronta per qualsiasi situazione di emergenza. Una chiusura prolungata renderebbe di fatto impossibile raggiungere la soglia richiesta dal ministero per conservare il punto nascite e per questo Elena Testor si è fatta portavoce di questa necessità.

Ovviamente, oltre alla deroga, il lavoro della politica trentina – locale e parlamentare – dovrà essere quello di sbloccare la situazione dell’ospedale, così da riaprire il reparto maternità il più rapidamente possibile. Ma l’azione di Elena Testor da questo punto di vista è già un grande passo avanti in vista di una soluzione positiva per Cavalese e per tutta la Val di Fiemme.