Festa del Tricolore a Merano: tavola rotonda della destra altoatesina

Folla delle grandi occasioni ieri alla giornata conclusiva della Festa Tricolore a Merano, tornata in città dopo cinque anni di assenza. E grande interesse anche per la tavola rotonda che ha visto la partecipazione del consigliere provinciale Alessandro Urzì assieme al sindaco di Laives Christian Bianchi, il segretario provinciale della Cisl Michele Buonerba ed il Ten. Col. dei Carabinieri a riposo Raffaele Naccarato, l’eroe di Nassiriya.

Tema “chi governerà?”. Urzì ha ricordato la grande sfida che in questo momento l’Alto Adige è chiamato a raccogliere per instaurare un rapporto di pari dignità al governo provinciale: La comunità è frustrata da anni di mortificazioni subite da una rappresentanza italiana in giunta provinciale debole e spesso anche poco dignitosa nell’accettare i condizionamenti imposti dal partito di maggioranza relativa. Una situazione che rischiamo di vedere replicare con nuovi interlocutori, come la Lega, che sui grandi temi evita di assumere posizioni chiare e che ha rinunciato ad accettare la sfida della lista unitaria del Centrodestra per tenersi le mani libere: “Rischiano di diventare il nuovo PD”, ha ricordato Urzì.

Christian Bianchi ha invitato a cogliere  l’occasione del cambiamento di marcia anche in provincia di Bolzano, come si è fatto a Laives ma ricordando che sono inammissibili atteggiamenti remissivi o addirittura compiacenti verso dichiarazioni come quella per cui certe cose vanno male, come nella sanità, dove “comandano gli italiani”.

Il segretario provinciale della Cisl Michele Buonerba, ospite alla manifestazione, ha dichiarato che la giunta uscente è stata caratterizzata per le non decisioni.

Infine l’appello alla mobilitazione civile delle energie positive della società da parte del Ten. Col. Naccarato, di cui è stata annunciata non a caso la sua candidatura nella lista de L’Alto Adige nel cuore Fratelli d’Italia Civici e Indipendenti UNITI.