Gender, M5S contro la Lega Trentino: “Bloccato un progetto di sensibilizzazione”

Dopo le pesanti dichiarazioni di esponenti M5S nei confronti della Lega Trentino e dell’Assessore Mirko Bisesti, continua la polemica tra i due partiti sui temi sociali.

Stavolta a tenere banco è la sospensione del progetto di corsi di relazione di genere all’interno delle scuole trentine, ad opera dell’Assessore alle Politiche Sociali Stefania Segnana e dell’Assessore all’Istruzione Mirko Bisesti. Parte di questo progetto sarebbe stata la presentazione del libro Extraterrestre alla pari, opera dell’apprezzata scrittrice Bianca Pitzorno, pubblicato nel 1979.

Pare quantomeno sospetto il fatto che il libro in questione venga adottato dall’Istituto Comprensivo Trento 6, lo stesso messo sotto ‘indagine’ dalla Giunta Provinciale e dai suoi adepti per la canzone ‘Altalena’” accusano i consiglieri comunali pentastellati Santini, Negroni e Maschio. “Di conseguenza viene bloccato un progetto mirato alla sensibilizzazione ed integrazione tra il genere umano, impiegando metodi censori che portano alla mente periodi non proprio luminosi“.

Il genere umano – continuano i consiglieri – comprende tutte le variazioni che caratterizzano la nostra specie: maschi, femmine, bianchi, neri, gialli, rossi, bruni, biondi. Nonostante queste evidenze, ancora oggi si fanno differenze sociali tra uomini e donne e ci si impone di controllare che qualcuno non manipoli le fragili menti dei nostri figli, facendo loro comprendere che il sesso a cui appartieni non è fondamentale per essere più o meno rispettato. L’importante è garantire a tutti le stesse opportunità di vita“.

In altri paesi, dallo spirito evidentemente più progressista del nostro oppure governati da menti sradicate dal pensiero paranoico inquisitorio pseudo-riformista, viene riconosciuto addirittura il terzo sesso, gli ermafroditi” scrivono i consiglieri M5S. “Secondo le statistiche, questo fenomeno è frequente quasi quanto l’avere i capelli rossi, dato che circa l’1% della popolazione mondiale è composta da queste caratteristiche. Cosa distingue i due diversi gruppi, trattati in modo diverso ma composti da un numero simile di individui? Che uno riguarda ancora il tabù del sesso“.

In Italia, il problema si risolve operando in età prepuberale rimuovendo entrambi gli organi genitali, senza calcolare gli enormi problemi psicofisici che scaturiranno in età adolescenziale o adulta. La natura non è modellabile secondo la ristretta logica umana, essa produce ciò che è necessario e funzionale ad un disegno a noi ancora parzialmente comprensibile” sostengono impetuosamente i tre del M5S, argomentando che le persone con i capelli rossi sono più resistenti alle basse temperature e infatti la loro percentuale è maggiore nei paesi nordici. “Quindi esisterà sicuramente un motivo“, aggiungono.

Siamo abituati ad osservare la realtà giudicandola in modo dualistico e chi si discosta dalla dicotomia è additato come dissoluto o poco di buono. Non siamo ancora in grado di riconoscere che le differenze biologiche non definiscono delle differenze sociali” concludono Santini, Negroni e Maschio del M5S. Per quanto riguarda il Trentino, l’asse giallo-verde è già crollato.