Ghezzi (Futura) interroga la Giunta sul Palazzo delle Albere

Paolo Ghezzi, della lista locale Futura 2018, interroga la Giunta nelle persone di Maurizio Fugatti, Achille Spinelli e Mirko Bisesti sul futuro del Palazzo delle Albere a Trento.

La sua interrogazione nasce dall’aut aut posto da Stefano Zecchi – Presidente del Consiglio di Amministrazione del Muse dallo scorso 10 maggi – riguardo il Palazzo delle Albere. Secondo Zecchi infatti questo dovrebbe diventare la sede del Museo della Filosofia e della Scienza, ampliando il pacchetto di servizi offerto dal Muse, altrimenti la sue dimissioni diventerebbero realtà.

Zecchi ha infatti dichiarato ai giornali di essere stato nominato per fare proposte e si è resa evidente una certa tensione con il presidente del Mart Vittorio Sgarbi, che ha presentato un’altra proposta ritenuta dalla Giunta più economica. Spinelli, parlando in occasione di un incontro pubblico sul destino del Palazzo, ha dichiarato quanto segue: “Il Palazzo delle Albere non è un fortino da difendere dall’assalto della modernità“, segnalando una possibile apertura nei confronti della proposta di Sgarbi senza però una presa di posizione.

Da qui, le domande di Ghezzi: “Quali sono stati gli accordi e le premesse per l’affidamento dell’incarico di Presidente del CdA del Muse a Stefano Zecchi, vista la mancata accettazione delle sue proposte a un punto tale da minacciare le dimissioni? La Giunta ritiene possibile una commistione positiva e sinergica tra antico e moderno nella zona delle Albere? Se sì, sulla base di quale percorso decisionale partecipato? Si ritiene che le Albere e l’area limitrofa possano rappresentare una grande occasione per incrociare linguaggi e patrimonio culturale, senza mettere a rischio gli investimenti importanti compiuti per via di un braccio di ferro tra personalità forti, le cui proposte devono essere spunti per disegnare il nuovo assetto del quartiere e non imposizioni? La Giunta condivide l’idea dell’Assessore comunale di Trento Corrado Bungaro di realizzare una Haus der Kultur tale da rispettare le volontà dei donatori delle opere attualmente al Mart di Rovereto? Che destinazione devono avere le barchesse limitrofe al Palazzo delle Albere?”.