GRANDE SUCCESSO DI GIORGIA MELONI A ROVERETO

Un successo inaspettato e che va oltre le più rosee previsioni. Giorgia Meloni ha partecipato venerdì sera a un’incontro elettorale di Fratelli d’Italia  – Alleanza Nazionale a Rovereto. Oltre a Marco Zenatti, candidato Sindaco per il centrodestra, erano presenti esponenti politici di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale quali Marika Poletti, Piergiorgio Plotegher e Manfred de Eccher. Sopratutto era presente una significativa delegazione del Carroccio capitanata da Maurizio Fugatti e da Sergio Divina. “La prima sfida che ci siamo dati è la sovranità. È quello di presentare gli interessi degli italiani e non gli interessi di qualcuno. Questi ultimi governi non sono espressione di una sovranità popolare ma di interessi dei poteri forti“: Giorgia Meloni apre così l’incontro e spiega come a partire dal 2011 la situazione in Italia è pesantemente degenerata visto che è stata svenduta al potere delle lobby straniere. Il suo è stato un intervento in cui ha attaccato le istituzioni europee: “Noi regaliamo milioni e milioni all’Unione europea senza ricevere nulla”, e ha affermato che non ci si può stupire se “Angela Merkel fa i suoi interessi dato che lei pensa giustamente ai tedeschi. È sbagliato invece che Renzi e prima di lui Mario Monti, che dovevano e devono fare gli interessi degli italiani, si siano preoccupati sino a oggi solo di far felici coloro che governano da Berlino”.

Giorgia Meloni ha spiegato inoltre tutte le contraddizioni che caratterizzerebbero il Partito Democratico e ha posto in evidenza il problema del rischio di autoritarismo a cui può andare incontro l’Italia a seguito delle riforme costituzionali ed elettorali che sono in fase di promulgazione. In merito al Presidenzialismo ha ricordato che “Fratelli d’Italia è a favore del Presidenzialismo a differenza di forze politiche quali il M5S“. Ha criticato le “Quirinarie”, consultazione indetta dai pentastellati per scegliere il loro candidato Presidente della Repubblica, ma che al contempo si è mostrato contrario all’elezione diretta del Capo dello Stato.

Al centro del suo discorso anche l’economia: “Facebook in Italia paga solo 132mila euro di tasse, è una cosa scandalosa”, ha affermato Giorgia Meloni per poi aggiungere: “A voi vi sembra normale che la Fiat senza che nessuno dicesse nulla si trasferisse così in sordina nel Regno Unito?”. Ha ricordato anche i suoi interventi, quando era Ministro della Gioventù, a favore dei giovani che hanno aperto nuove attività e ricorda come Renzi, sebbene abbia tagliato l’Irap, ha aumentato tutte le tasse.

Forti perplessità ha manifestato in merito a quanto sta facendo, a livello di immigrazione, il Governo targato Matteo Renzi e Angelino Alfano. “La Destra non è razzista e dobbiamo sfatare questo mito”, ha ricordato Giorgia Meloni che poi ha ricordato come le politiche e il pensiero di Sinistra presenta forti elementi a contenuto razzista. Ha concluso il suo intervento, durato circa un’ora, dichiarando che “l’Italia può cambiare solamente cambiando la mentalità della politica“.

Michele Soliani

Commenta per primo

Lascia un commento