I mazziniani trentini contro Fraccaro, de Bertoldi e Moranduzzo

0
607

“Alla luce degli attacchi di alcune forze politiche rivolti nelle ultime ore alla presidenza della Repubblica l’associazione Mazziniana trentina esprime piena solidarietà a Sergio Mattarella e condanna i veri e propri insulti mossi da alcuni esponenti politici nei confronti del ruolo istituzionale e di garanzia costituzionale rivestito dal Capo dello Stato”.

Lo dichiara in una nota Massimiliano Piffer, presidente della Sezione di Trento “Beppino Disertori” dell’Associazione Mazziniana Italiana, il quale continua affermando che “Mattarella ha esercitato prerogative riservate al suo ruolo previste dalla Costituzione, senza alcun abuso di potere, al contrario di quanto sostenuto da alcuni rappresentanti di forze politiche che con mirabolanti progetti da campagna elettorale hanno fatto tremare i mercati e di conseguenza i risparmi delle famiglie italiane. Come spesso accade, tali messaggi, compresa la proposta di messa in stato d’accusa, sono poi divenuti virali nella rete, portando la ridondanza a livelli molto bassi”.

Un attacco totale, quello dei mazziniani, nei confronti dei principali protagonisti della politica italiana provenienti dal Trentino. “Dalla minaccia di Fraccaro con quel ‘se ne pentirà’, all’improvvisato costituzionalista de Bertoldi che invoca l’impeachment, alla ‘marcia su Roma’ dell’improbabile leader leghista Moranduzzo, i politici trentini stanno dando prova di saper buttare tutto in caciara, come si dice a Roma. Cattivi politici, cattivi messaggi – ha concluso Piffer – per cui ora più che mai le forze realmente democratiche hanno il dovere di sostenere le istituzioni repubblicane e la presidenza della Repubblica, garante di tutti”.