Lega Nord Trentino: oggi è il Bisesti Day

0
695

Oggi sarà il giorno del cambiamento. Si terrà a Trento il Congresso Nazionale per decidere il nuovo Segretario, che coinciderà con la figura di Mirko Bisesti, un ragazzo di ventinove anni cresciuto politicamente accanto alla figura di Salvini durante gli anni di eurodeputato a Bruxelles. Una figura nuova e dinamica per la Lega Nord in Trentino, un partito che è capace di rinnovarsi con congressi, chiamati da loro Nazionali per via del fatto che ogni Regione corrisponde per la Lega Nord a una nazione, e non con commissariamenti vari.

Il successo della Lega in Trentino è stato spiegato qualche giorno fa da Bisesti in un’intervista per il Corriere del Trentino: la Lega è come una grande famiglia in continuo e graduale allargamento, in grado di offrire una visione a lungo termine per il Trentino. La peculiarità della Lega è quella di fare riferimento sempre ai cittadini, con cui il rapporto è stato creato grazie ai congressi elettivi, e quella di lavorare in contesto collegiale.

Solo rimanendo in contatto ed instaurando rapporti di fiducia, si potranno conseguire risultati sempre maggiori. La Lega Nord Trentino è nata e cresciuta da autonomisti che si rispecchiavano in quella che oggi è la Lega a livello nazionale. Alle provinciali del 2013, Maurizio Fugatti, l’allora segretario del Carroccio, ottenne un esiguo 6,6%, base per i futuri successi: dal 2013 al 2018 la Lega, grazie anche alla figura di Matteo Salvini, ha quadruplicato le sue percentuali di voto diventando il primo partito della coalizione di centrodestra.

La Lega Nord attualmente sta rappresentando un’eccezione all’interno del panorama politico del centrodestra trentino. A Mirko Bisesti ora spetterà il difficile compito di mantenere lo stesso risultato ottenuto alle elezioni politiche anche con riferimento alle elezioni provinciali.

Ingrid Salvadori