L’UDC di Bezzi sosterrà la maggioranza in Trentino

bezzi

Il Partito UDC-DC, alla luce della sentenza favorevole del Tar che gratifica la lista “UDC con Fugatti Presidente” e lo premia con un seggio, al capolista Giacomo Bezzi, ravvisa nella Lega, a voce del suo Presidente Savoi, “un comportamento arrogante e, come espresso già da altre fonti, poco rispettoso del ruolo, del lavoro, ma soprattutto delle idee altrui. Si denota inoltre la poca memoria storica del percorso che ha portato al Governo del Trentino, la Coalizione per il Cambiamento”.

I vertici dell’UDC-CP ricordano che è stato il primo partito nazionale che ha indicato a fine luglio, Maurizio Fugatti come Presidente, costruendo attorno a lui la lista del Presidente, e contribuendo al cambiamento popolare ed autonomista.

“Partiti – ricordano questi in una nota – con un convegno su DeGasperi, con una progettualità rifondativa della DC trentina, l’UDC-DC ha trovato in Giacomo Bezzi per la sua valorialità cristiano sociale e DNA autonomista, il capolista ideale. La vita politica, adesso più di momenti passati, si evolve con velocità. Evoluzione e velocità che a livello sia Nazionale che locale, senza che ci si stupisca, possono aver modificato idee ed obbiettivi iniziali anche della Lega”.

L’UDC-DC del Trentino rimarca la propria volontà di rimane all’interno di una prospettiva politica fedele al Programma della Coalizione popolare autonomista del Cambiamento, nel solco però di quell’area moderata e cristiano popolare che ha sempre contraddistinto l’agire politico valoriale dell’Unione dei Democratici Cristiani. Per quanto riguarda gli imminenti passaggi elettorali, come del resto per tutte le indicazioni passate, l’UDC-DC del Trentino è in linea con quanto dettato dal Partito Nazionale.