M5S Trento alla Lega Trentino: “Bisesti stia tranquillo. Noi in linea con i principi del Movimento”

A intervenire, dopo la nota in cui la Lega Trentino denunciava "un M5S locale troppo difforme - a livello di linearità politica, ndr. - rispetto a quello nazionale" è direttamente il gruppo consiliare del M5S di Trento, attraverso una nota stampa di risposta

Arriva senza farsi attendere troppo la risposta del Movimento 5 Stelle di Trento alla nota stampa, pubblicata in data odierna dalla nostra testata, da parte della Lega Trentino nei confronti dei 5 Stelle locali.

A intervenire, dopo la nota in cui la Lega Trentino denunciava “un M5S locale troppo difformea livello di linearità politica, ndr.rispetto a quello nazionale” – , addirittura arrivando ad interpellare il ministro Di Maio, in quanto“alleato di governo a Roma del nostro segretario Matteo Salvini” – è direttamente il gruppo consiliare del M5S di Trento, attraverso una nota stampa di risposta.

Ebbene – si legge nel comunicato stampa, in riferimento alle parole dell’Assessore provinciale alla Cultura, nonché Segretario Nazionale della Lega Trentino – ci fa piacere che l’Assessore Bisesti si preoccupi dei nostri  rapporti interni paventando una non linearità di intenti e obiettivi“. 

Devo tuttavia smentirla e/o rassicurare l’assessore provinciale che non vi sono problemi di sorta nel merito”, fanno sapere dal M5S di Trento, rassicurando: Se tali preoccupazioni davvero 
derivano dalle posizioni da noi espresse mi sorprende in quanto credo 
ciò significhi che non sono state capite e che sono state lette con 
troppa superficialità
peraltro ultimamente forse un po troppo frequente”. 

Rimarcando poi una diversità di pensiero politico che, come anche per il nazionale, distingue i due partiti. Se con questo si vuole sottolineare che le nostre posizioni sono lontane da quelle della Lega ci preme sottolineare che questa non è una percezione, ma una verità”.

Affermando poi, in merito ai primi dissidi sul caso della canzone “Altalena”: “Prendiamo e confermiamo le distanze dalle affermazioni ormai famose sulla questione “altalena” e su tutto ciò che ne è derivato con le indagini seguite da parte della giunta provinciale nei confronti dei 
membri della scuola minando cosi l’indipendenza della stessa e la sua 
capacità di gestirsi ed autoregolarsi”.

Continuando infine sulla questione relativa alla gestione dei richiedenti asilo: “Siamo molto, forse fin troppo lucidi nell’affermare che capiamo e condividiamo la prova di forza nei confronti dell’Europa in merito agli sbarchi ed alla necessità di una condivisa distribuzione negli altri 
stati europei dei profughi prima del loro sbarco”.

“Siamo – si legge chiaramente in conclusione – altrettanto lucidi nell’affermare che riteniamo fondamentale per la sicurezza dei cittadini e per la dignità delle persone e dei popoli prendersi cura dei richiedenti asilo ospitandoli favorendo l’integrazione, ed una gestione umanitaria ed umana delle persone. Pertanto – rassicura il M5S locale – stia sereno l’assessore, noi siamo in linea con i principi del  Movimento 5 Stelle come sempre abbiamo fatto e manteniamo la coerenza che ci ha permesso di essere eletti in questo consiglio comunale”.