Moranduzzo e Rossato (Lega): “Soliti predicatori di diritti attaccano i gazebo”

Dopo l’attacco di qualche giorno fa, è ancora antagonisti contro Lega in Trentino. Moranduzzo e Rossato, consiglieri provinciali leghisti, non ci stanno più e decidono di alzare la voce.

Con un comunicato, i due consiglieri hanno voluto rispondere alle critiche e accuse di quella decina di facinorosi che hanno tentato di aggredire i militanti leghisti presenti al gazebo di Piazza Pasi ieri mattina.

Anche oggi, come accade ogni settmana, i soliti soggetti hanno voluto attaccare il gazebo della Lega a Trento” ha dichiarato Moranduzzo. “Per l’ennesima volta, ringrazio le Forze dell’Ordine che intervengono ogni volta, evitando scontri e feriti“.

I sentimenti di odio che provengono da certi soggetti non stanno passando inosservati nell’attività consiliare che sto portando avanti in Provincia da tre mesi. Naturalmente farò le opportune verifiche con le modalità che mi sono state concesse dal popolo prima di prendere provvedimenti” ha concluso Moranduzzo.

Sulla stessa linea anche Katia Rossato: “Solidarietà ai nostri ragazzi impegnati oggi al gazebo della Lega del giovedì. Ancora una volta si sono verificate le usuali vessazioni da parte dei soliti portatori dei diritti, che da una parte criticano alcune scelte politiche e dall’altra si dimenticano totalmente i principi base del contratto sociale“.

I principi che loro ignorano sono alla base di qualsiasi normale civiltà. In quanto genitore, mi domando se questi ragazzi abbiano ricevuto o meno una qualche forma di educazione civica” conclude polemicamente la Rossato.