Morto Rodolfo Borga, storico leader di Civica Trentina

Nella notte è venuto a mancare Rodolfo Borga, lo storico leader della lista Civica Trentina, rappresentante di quel civismo e autonomismo che rispecchiano un certo aspetto del Trentino.

Nato a Trento 57 anni fa ma residente a Mezzolombardo, Borga lascia la moglie e le sue due figlie. Proprio a Mezzolombardo aveva mosso i suoi primi passi in politica, ricoprendo il ruolo di Consigliere comunale dal 1995 al 2000 e poi di Sindaco dal 2000 al 2008.

Dal 2008 ricopre il ruolo di Consigliere provinciale, sempre fedele al movimento di Civica Trentina, del quale è stato anche fondatore. Nelle scorse elezioni provinciali ha ottenuto 1.763 preferenze personali, che lo hanno portato a confermare per la terza legislatura provinciale consecutiva il seggio consiliare provinciale.

Garante delle minoranze e membro della Prima commissione permanente nella scorsa legislatura, con spirito di sacrificio nonostante una brutta malattia che lo stava tormentando, Borga si è speso per portare la bandiera di Civica Trentina.

Sicuramente, vedere l’elezione con oltre 2.000 preferenze del giovane Mattia Gottardi ha rappresentato la più grande vittoria di Borga, che può lasciare così il partito nelle mani di un gruppo di giovani – come lo stesso Gottardi o Silvia Zanetti, che nel frattempo lo ricordano con queste parole – con le stesse qualità e lo stesso spessore morale che Borga ha sempre dato col suo esempio.