Provinciali 2018. Quale è la linea politica di Fratelli d’Italia?

Quale è la linea di Fratelli d’Italia in vista delle prossime elezioni provinciali? A oggi di totale appoggio nei confronti dell’alleato della Lega come confermato da ambienti vicini alla dirigenza del partito nazionale. Il tutto nonostante, a livello locale alcuni, mettano seriamente in dubbio una candidatura alla presidenza da parte di un esponente della Lega. In particolare mostra perplessità il Presidente del Partito di Fratelli d’Italia, Marika Poletti, la quale preferirebbe un candidato proveniente dalla Civica Trentina di Borga.

Ciò è emerso anche in occasione del vertice di ieri, avvenuto a casa Poletti. Il Senatore de Bertoldi, alla domanda di un suo invito al vertice, ha risposto con un “no comment”. Del resto la situazione all’interno di Fratelli d’Italia è particolarmente complessa. Un grosso numero di simpatizzanti da tempo critica le scelte messe in campo dalla Presidenza provinciale e spera in un intervento da parte del Senatore de Bertoldi, leader del Partito a livello locale, che possa risolvere il tutto. Lui aspetta, anche perchè non vorrebbe, a pochi mesi dalle elezioni, ulteriormente indebolire il partito, che da anni sta soffrendo per una continua emorragia di esponenti di area, che stanno convogliando, ora ancor di più, verso la Lega del nuovo Segretario Bisesti, il quale sta riservando tutt’altro trattamento nei confronti delle persone di area rispetto a quello dell’attuale presidenza provinciale di Fdi.

Pesa, infatti, all’interno del partito e dei simpatizzanti l’apertura della Poletti nei confronti di Civica Trentina: un’ apertura pericolosa dal punto di vista dei voti, che potrebbe togliere consenso a Fratelli d’Italia.
Resta da vedere se la conduzione della campagna elettorale sarà comunque affidata nelle mani di Marika Poletti, che non è mai riuscita ad essere eletta nei tentativi precedenti ad alcun livello, la quale avrebbe il pesante compito di riuscire a portare in Consiglio provinciale 2 esponenti di area, così come ai tempi in cui Alleanza Nazionale era un partito protagonista sullo scenario nazionale e locale.

Una partita non impossibile, anzi fattibile in caso di successo della Coalizione, ma a patto di un notevole exploit elettorale di FdI. Il Senatore De Bertoldi sarà senz’altro a disposizione del Partito, senza – come ci ha tenuto a spiegare – privilegiare nessun candidato in particolare, per poter assicurare il massimo sforzo a tutti coloro che saranno candidati. Il suo sguardo è già, del resto, rivolto alle prossime elezioni Europee, elezioni fondamentali per il ritorno di Fratelli d’Italia nei salotti importanti della politica comunitaria.