Provinciali 2018. Roberto De Laurentis aderisce alla coalizione di centrodestra

Roberto De Laurentis ha deciso: sarà nella coalizione di centrodestra riunita attorno alla Lega. La decisione è stata presa ieri sera quando è stata formalizzata l’adesione dell’ex Presidente dell’Associazione Artigiani.
A convincere i componenti del tavolo (oltre alla Lega ci sono già Forza Italia, Fratelli d’Italia, Progetto Trentino, Agire, Udc, Centro popolare, Autonomisti Popolari) il fatto che Roberto De Laurentis e il suo movimento Tre (acronimo di Territorio, responsabilità ed economia) ha tutti gli elementi per presentarsi con idee vicine al centrodestra.
Per quanto riguarda altre possibili adesioni, sarebbe quasi fatta quella di Geremia Gios , mentre per quanto riguarda la Civica Trentina di Rodolfo Borga e Claudio Civettini, la decisione potrebbe avvenire nei prossimi giorni.
Per quanto riguarda il listino del Presidente è stato chiarito che si tratterà piuttosto di un listino di coalizione, listino composto da nomi di persone non marchiate politicamente.

De Laurentis aveva deciso di scendere in campo per le elezioni provinciali di ottobre. Assieme ad un gruppo di imprenditori ha fondato il movimento battezzato “TRE”: territorio, responsabilità, economia. Un gruppo di persone aperte al confronto, dice, e anche con chi non si ritrova più nel centrosinistra.

Il nome del partito? Lo ha spiegato lo stesso De Laurentis: “TRE perché è l’iniziale di Trentino e risponde alle tre parole, Territorialità, Responsabilità ed Economia. Territorialità perché siamo lontani dai partiti nazionali e anche da quelli strutturati locali; responsabilità perché è giunto il momento di assumersela, non solo a parole; economia perché è l’unico modo per reggere l’Autonomia, avere le risorse per essere liberi”.