Sanità. Segnana: “la Provincia autonoma risulta la migliore per valori salute e politiche sociali”

“Oggi a Roma alla presentazione dei risultati di Crea Sanità la Provincia autonoma di Trento ha raggiunto un ottimo risultato, il 70% delle performance ideali, il più alto fra tutte le Regioni e Province Autonome. Come assessorato dunque partiamo da qui per lavorare e migliorare ancora. Da questi dati si evince che il livello sanitario e sociale in Trentino è buono e ciò è senz’altro un buon punto di partenza. Partiremo rafforzando il rapporto valli/centro per porre maggiore attenzione soprattutto alla cronicità e alle persone anziane che vivono nelle valli del Trentino e che devono aver garantiti servizi sempre più efficienti per evitare, anche, lo spopolamento dei territori”.

Con queste parole l’Assessore alla Salute Stefania Segnana, a margine dell’incontro avvenuto a Roma, ha voluto commentare la situazione attuale della Sanità Trentina.

Con molto orgoglio ho ringraziato il direttore Generale dell’azienda Sanitaria, il dott. Bordon, e tutti i dipendenti che lavorano in Apss, perché questo risultato è dovuto al loro quotidiano impegno” ha concluso poi l’assessore Stefania Segnana.

La presentazione dei risultati della VII edizione della misura di Performance dei Sistemi sanitari regionali curato da CREA Sanità si è tenuta oggi presso la Sala Capitolare in piazza della Minerva a Roma alla presenza del Ministro alla Salute Giulia Grillo.

Per l’assessore alla salute Segnana è stata l’occasione per illustrare le linee di sviluppo provinciale riguardo alle politiche sanitarie e sociali della giunta Fugatti. L’assessore ha confermato la necessità di potenziare il sostegno alle cronicità del territorio trentino, individuate soprattutto nell’assistenza domiciliare e nel co-housing. Dalla tavola rotonda è scaturito soprattutto il bisogno di sviluppare sempre più sistemi innovativi di assistenza, anche a distanza, e di telemedicina.

(Fonte: Comunicati Stampa Provincia Autonoma di Trento)