SARA’ PAOLO NEGRONI IL CANDIDATO SINDACO IN ALTERNATIVA AD ANDREATTA

0
191

Da stasera si sa chi sarà il candidato Sindaco a Trento del M5S che si contrapporrà ad Alessandro Andreatta. E’ Paolo Negroni, che ha vinto con il 49,15% delle preferenze. La scelta è stata presa dopo una consultazione che ha coinvolto nella giornata di oggi gli iscritti al Meetup, i quali hanno liberamente scelto il loro candidato al ruolo di Primo Cittadino. Paolo Negroni, appena venuto a sapere dell’esito, ha ricordato che oggigiorno è difficile schierarsi contro il centrosinistra autonomista, ma al contempo il MoVimento 5 Stelle si presenza come una valida forza politica diversa dalle altre. Il candidato Sindaco comunque, fin dalla presentazione della sua candidatura, ha precisato che la sua aspirazione è che tutti possano collaborare alla realizzazione della lista e del programma elettorale. Non saranno solamente David Conotter e Giulio Baldessari, i candidati usciti sconfitti dalla consultazione, ad aiutarlo e a realizzare il programma elettorale, ma anche le varie comunità presenti in ogni circoscrizione. Sono infatti già previsti incontri nelle prossime settimane con la cittadinanza che hanno come obiettivo quello di dare spazio, in ossequio ai principi del MoVimento, alle concrete problematiche che riguardano il capoluogo. “Gli altri partiti pensano a personaggi più famosi o a quelli che portano più voti, noi pensiamo ad altro”, ha affermato polemicamente Paolo Negroni, che ha voluto dare un preciso messaggio di sfida nei confronti dell’attuale maggioranza di centrosinistra troppo impegnata in discussioni in merito.

Riccardo Fraccaro, anche lui presente alla consultazione, ha affermato: “E’ stata una vittoria della democrazia, del quorum zero e della trasparenza”. Il Deputato del MoVimento ha fatto i migliori auguri al neo-candidato Sindaco e insieme hanno voluto ringraziare l’organizzazione. Negroni ha poi promesso che già nella giornata di lunedì si incontrerà con Giulio Baldessari e David Conotter per completare il programma elettorale e la lista dei candidati al Consiglio comunale – quest’ultima verrà resa pubblica il 28 di febbraio.

Il metodo adottato dagli organizzatori ha previsto un modello chiuso che prevedeva come elettorato attivo solamente coloro che fossero risultati iscritti al Meetup Trento da più di 5 mesi o al M5S nazionale da più di 5 mesi e residenti in Provincia di Trento.

Una scelta presa per evitare che si potessero verificare delle anomali affluenze che potessero danneggiare il risultato. Nella mattinata si era anche svolto un confronto tra i principali esponenti del M5S a livello locale. Nei brevi interventi si sono affrontati argomenti quali l’area ex-SLOI, da troppi anni abbandonata al suo inquinante destino; la contrarietà di una discarica a Sardagna, ritenuta svantaggiosa per l’immagine internazionale del capoluogo; e la mobilità sostenibile.

L’aria che si respirava durante il giorno era comunque un’aria di festa. I numerosi attivisti hanno potuto anche parlare e confrontarsi con il portavoce provinciale, Filippo Degasperi, e con quello nazionale, Riccardo Fraccaro. I due hanno illustrato ai presenti i vari problemi e le prossime sfide che il MoVimento 5 Stelle affronterà a breve.

Michele Soliani

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.