Ora che si è conclusa la lunga gestazione sulla candidatura a Presidente di Daldoss assieme al Partito dei Sindaci, negli ambienti di centrodestra e in quelli di centrosinistra si cerca di capire chi effettivamente ha sostenuto il gruppo dei civici che si volevano porre come alternativa sia al centrodestra che al centrosinistra, purchè in coalizione con una delle due coalizioni.

Oltre ai nomi conosciuti di Francesco Dalduga, di Mattia Gottardi e di altri Sindaci a livello locale, negli ambienti di centrodestra è spuntato in queste ultime ore anche il nome di Paolo Forno, Sindaco di Predaia. Un nominativo uscito a sorpresa e accostato da vari partiti del centrodestra a quello di Daldoss, con il quale ha in varie occasioni collaborato dal punto di vista amministrativo.

La collaborazione politica tra Daldoss e Forno è anomala, anche perché il fratello di Paolo Forno, Marco, è un militante attivo nelle fila di Giorgia Meloni. Il rapporto di amicizia tra Paolo Forno e il Senatore De Bertoldi è di lungo corso e anche in questi ultimi mesi ci sono stati, da parte dei due esponenti, numerosi contatti anche se ufficialmente, ad oggi, non è emersa da nessuno dei protagonisti alcuna ufficialità in merito a una probabile candidatura di Forno con Fratelli d’Italia.

Già l’ipotesi più verosimile è che alla fine Paolo Forno decida di scendere in campo con il partito di Giorgia Meloni e di aderire al progetto di allargamento alla società civile ampiamente promosso in questi ultimi mesi dal Senatore trentino. Una eventuale candidatura di Paolo Forno, su cui de Bertoldi ha preferito non pronunciarsi, darebbe quell’apporto autonomista alla lista di Fratelli d’Italia, un apporto non di poco conto dato anche che si è sempre accusato il partito di Giorgia Meloni di essere poco incline all’autonomia. Come finirà? Tra qualche giorno si saprà certamente se sarà possibile una simile candidatura. Di sicuro, Daldoss non sarà candidato Presidente.