Torre panoramica Bolzano. Nevola (Lega): “Ennesima figuraccia di Sindaco e Giunta”

Foto a scopo esemplificativo

Il Consigliere Comunale di Lega Salvini Bolzano Luigi Nevola ha voluto esprimere, attraverso una nota, il proprio dissenso per l’installazione della torre panoramica City Skyliner nel pieno centro di Bolzano.

Negli scorsi mesi l’amministrazione comunale di Bolzano aveva acconsentito all’installazione della torre a Maggio per 6 settimane in Piazza Municipio.

Nei piani del Comune vi era l’idea di permettere ai cittadini e ai turisti una visione panoramica della città di Bolzano, attraverso l’installazione della torre City Skyliner che, una volta completata raggiungerà l’altezza di 81 metri già collaudata in diverse città europee.

Le prime problematiche legate all’installazione della torre sono sorte quando un noto portale altoatesino ha “lanciato” l’indiscrezione che il Comune si sarebbe dimenticato di “chiedere l’autorizzazione all’ Enac, l’ente di controllo per l’aviazione civile, per il superamento della fascia di tutela del traffico aereo”. 

Il Comune di Bolzano ha prontamente smentito tale notizia affermando come “l’onere di produrre tutta la documentazione necessaria al fine di ottenere l’autorizzazione” fosse appannaggio esclusivo dell’azienda installatrice.

Luigi Nevola sulla vicenda ha espresso le proprie perplessità dichiarando: “Ecco come lavora questa amministrazione: chiedono ad una ditta privata di installare in pieno centro a Bolzano una torre di 30 metri e nessuno chiede i permessi necessari per la posa in opera. Adesso inizierà il solito scarica barile delle responsabilità. La ruota panoramica al mercatino di Natale no e questo obbrobrio in piazza Municipio accanto ai palazzi storici della città sì”.

Proseguendo nella nota il Consigliere di Lega Salvini Bolzano ha aggiunto come non sia contro il progetto in sè, ma che ritenga sia il luogo prescelto per l’installazione che la procedura utilizzata totalmente inadeguati.

Concludendo il suo intervento Luigi Nevola ha invitato tutti a giudicare l’operato del Comune ricordando come questa operazione non porterà alcun beneficio alle casse comunali dato che gli incassi saranno appannaggio totale della ditta privata.