Tunisino rifiuta di essere identificato da agente donna, Fugatti: “Intollerabile”

1
57

“Apprendiamo che nella serata di ieri gli Agenti della Squadra Volante di Trento hanno arrestato un giovane tunisino per violenza, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale. Il soggetto, riconosciuto come colui che il 23 agosto ha danneggiato alcuni beni al supermercato Tovazzi, infastidito dal fermo, ha insultato l’agente perché donna sostenendo di non voler essere identificato dal gentil sesso. Invitato a salire in auto per raggiungere la Questura, il tunisino ha colpito gli agenti provocando ad uno di loro una lesione al braccio”.

“Tali fatti, – sottolinea in una nota stampa il Cons. Maurizio Fugatti (Lega Nord Trentino) – oltre a rimarcare ancora una volta la necessità di espulsioni immediate per coloro che si macchiano di reati sul territorio trentino e politiche ferree in tema di sicurezza, devono essere condannati fermamente”.

Esprimiamo la nostra solidarietà all’agente donna e a tutte le Forze dell’ordine che quotidianamente si ritrovano in simili situazioni. Inoltre è intollerabile che un soggetto si rifiuti di essere identificato dal sesso femminile: questo dimostra ancora una volta, se ce ne fosse stato bisogno, la considerazione e il rispetto verso le donne da parte della religione musulmana che dimostra di odiare le donne e che ha dichiarato guerra all’Occidente. Attendiamo quindi una presa di posizione seria da parte di chi è sempre pronto a scendere in piazza per i diritti delle donne”, conclude nella nota Fugatti.

1 commento

Rispondi