Sono partiti i tavoli dedicati al percorso per una Nuova Fase Costituente dell’Unione per il Trentino. Questa prima tappa è dedicata all’Esplorazione del Passato. La finalità è ricordare e far conoscere soggetti, storie, iniziative politiche, progetti positivi con altro valore e grande beneficio, nonché avere una visione complessiva e condivisa su tutte le grandi iniziative del passato più o meno recente, per il territorio, le persone e la comunità.

 

Otto tavoli di lavoro, dedicati a tematiche diverse ma importanti per il nostro territorio alpino hanno coinvolto una sessantina di persone, tra cui molti volti nuovi, interessati ad essere parte attiva del cambiamento che stiamo vivendo e costruendo.

L’obiettivo è quello di confrontarsi proattivamentee dar vita, nel breve, a progetti concreti, inclusivi e leggibili con una vision condivisa e partecipata; perché abbiamo bisogno di un nuovo racconto del nostro progetto di autonomia.

 

I tavoli di lavoro sono stati aperti dall’Assessore Mauro Gilmozzi e dalla Presidente Annalisa Caumo, che dichiara “La sfida è quella di metterci a servizio delle nostre cittadine e dei nostri cittadini, ascoltando in modo attivo le loro idee e proposte, coinvolgendo nuovi volti e nuove persone nei progetti, affinché si sentano partecipi delle azioni rivolte al bene pubblico. Lavoriamo tutti insieme per valorizzare la nostra identità civica-popolare, riassunta in quattro parole chiave: territorio-persone-comunità-relazioni”.

 

A fine mattinata c’è stato un momento di condivisione delle idee e dei ricordi emersi. Le parole di Mauro Gilmozzi dell’ Unione per il Trentino così riassumono questa giornata: “Il quadro politico attuale presenta incertezza e disorientamento; per questo oggi siamo “partiti dalle radici” e ci siamo focalizzati su ciò che di buono, di funzionante, di successo, di efficiente è stato fatto per ripartire da qui e capire come mantenerlo e migliorarlo”.