Urzì: “Insetticida tossico al cimitero di Bolzano. Caramaschi non risponde”

Polemiche a Bolzano per l’uso di un insetticida contro il parassita detto “piralide del bosso“, che secondo le analisi risulterebbe pericoloso per le api e tossico per i pesci, agendo indiscriminatamente contro tutti gli insetti.

Il Consigliere provinciale Alessandro Urzì, della lista Alto Adige nel Cuore legata a Fratelli d’Italia, ha presentato un’interrogazione, alla quale il Sindaco Caramaschi non ha voluto rispondere.

Caramaschi avrebbe potuto spiegare ai concittadini come si sono svolti effettivamente i fatti, escludendo così che il fitofarmaco fosse dannoso per api e pesci o in alternativa chiarendo perché sia stato utilizzato al posto di altri prodotti innocui che pure risulterebbero disponibili sul mercato” ha dichiarato in un comunicato stampa Urzì. “Invece, forte di una delibera del Consorzio dei Comuni, tra l’altro molto discutibile, il Sindaco di Bolzano ha ritenuto che non fosse necessario rispettare la trasparenza nei confronti dei bolzanini“.

Se non avesse avuto nulla da nascondere – continua il Consigliere – Caramaschi avrebe potuto rispondere all’interrogazione. Evidentemente, le notizie circolate nei mesi scorsi riguardo la tossicità dell’insetticida sono vere“. “Non mi fermerò qui, chiederò ai nostri Consiglieri comunali di riproporre l’interrogazione anche in Municipio” afferma Urzì, che conclude: “Mi auguro che in futuro l’amministrazione comunale farà uso solo di insetticidi sicuri e privi di controindicazioni, non solo per l’uomo ma anche per ogni specie animale“.