Zimmerhofer interroga sull’esistenza di un’assicurazione per i profughi

Secondo Bernhard Zimmerhofer (Süd-Tiroler Freiheit), può capitare che i richiedenti asilo suddivisi sul territorio provinciale dai programmi statali causino danni materiali o provochino incidenti, “per una svista, per negligenza o per volontà”: egli ha chiesto se esiste un’assicurazione obbligatoria per richiedenti asilo, e, in caso negativo, chi risponde in caso essi provochino danni, anche a persone. Ha domandato inoltre se in caso di condanna penale e conseguente espulsione immediata il danneggiato resterebbe a mani vuote.

L’ass. Martha Stocker ha chiarito che nell’accordo tra Commissariato del Governo e  Provincia in merito alle strutture è prevista anche un’assicurazione, pagata con i soldi messi a disposizione. Bisogna poi distinguere tra aspetto penale e aspetto civile: questo non decade in seguito a un’espulsione. Zimmerhofer ha chiesto qual è il tetto massimo coperto dall’assicurazione, e l’assessora ha chiarito che è diverso per le singole strutture, a seconda delle dimensioni e del numero di persone accolte.