CAOS IMMIGRATI IN VENETO. MARA BIZZOTTO (LN): “NO A TENDOPOLI O A CASERME DISMESSE”

0
33

“Il caos immigrati provocato dal Governo Renzi-Alfano sta trasformando il Veneto in una polveriera. Da Vicenza a Treviso, da Venezia a Verona, in ogni provincia del Veneto siamo ormai al collasso. Le dichiarazioni del capo dipartimento Immigrazione del Ministero dell’Interno, Mario Morcone, gettano ulteriore benzina sul fuoco: è scandaloso che un funzionario dello Stato si prenda gioco della volontà dei nostri territori, dei nostri sindaci e dei nostri cittadini, e che minacci l’invio di nuovi immigrati. Invece di sparare giudizi sul Veneto, perché Morcone non si porta a casa sua i clandestini che continuano a sbarcare?”. Lo dichiara l’europarlamentare leghista Mara Bizzotto, vicesegretaria veneta della Lega Nord.

“Il Veneto non è una colonia di Roma: non ne possiamo più di questi clandestini presunti profughi che il Governo sbologna nei nostri territori dalla sera alla mattina, e diciamo un convinto NO a qualunque ipotesi, avanzata da Roma, di utilizzo di caserme dismesse o di apertura di tendopoli nelle nostre città” continua l’on. Bizzotto.

“A Roma non si rendono conto che il Veneto è ai limiti della sopportazione, e che non possono continuare ad imporre alle nostre comunità questa scellerata e fallimentare gestione dell’emergenza – conclude l’eurodeputata Mara Bizzotto – Il problema va risolto alla radice, fermando i barconi stracarichi di clandestini in partenza dalla Libia e blindando le nostre frontiere: misure che si rendono sempre più necessarie considerato il pericolo, ormai noto anche all’opinione pubblica europea, che nei barconi si nascondano terroristi dell’ISIS pronti a colpire le nostre città”.

Comments

comments