FURLAN CISL: RENZI CAMBI STRADA, SERVE PATTO SVILUPPO E LOTTA CORRUZIONE

0
22

Novità su base sindacale: i sindacati non credono alla Riforma politica di Renzi che intenderebbe estromettere i sindacati e i lavoratori dal tavolo di concertazione sul lavoro stabilito dal Governo. Parla Annarita Furlan, Segretaria CISL “Non si capisce che cosa aspetti il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ad abbandonare la sua strada solitaria ed autosufficiente, aprendo un confronto con le forze sane e responsabili del paese dopo questo ennesimo declassamento delle agenzie di rating causato dalla bassa crescita e dall’alto debito pubblico italiano”.

E’ quanto sottolinea la leader della Cisl, Annamaria Furlan. “E’ stato un segnale chiaro: non bastano il jobs act e le promesse continue di nuove riforme a rassicurare i mercati internazionali e l’Europa. La Cisl è pronta a dare il proprio contributo responsabile per far uscire il paese dalla recessione. Ma il governo deve cambiare strada. Solo un grande patto sociale per lo sviluppo, su obiettivi concreti e condivisi,  tra governo, regioni, sindacati, imprese, banche, potrà segnare una svolta nella politica economica. A partire da un intervento drastico ed urgente sulle regole degli appalti pubblici, la riduzione delle aziende municipalizzate ed una lotta seria alla corruzione. La situazione del paese è grave e pesante. Renzi farebbe bene a coinvolgere subito le parti sociali per favorire la coesione sociale e gli investimenti, ridurre il debito pubblico e la spesa pubblica improduttiva, in modo da tagliare in maniera secca le tasse a lavoratori, pensionati ed imprese che investono in innovazione e ricerca. Prima si convince di questo, meglio è per il paese”.

Comments

comments