MOVIMENTO 5 STELLE, FORZA ITALIA E UGO ROSSI (PATT) CONTRO IL MINISTRO BOSCHI

0
28

Arriva nel primo pomeriggio un comunicato di disappunto da parte del Movimento 5 Stelle del Trentino Alto Adige per le posizioni censorie dell’attuale Governo italiano e del Ministro Boschi: “Il governo italiano, quello del PD di Renzi, vuole abolire le Province autonome di Trento e Bolzano. Ormai lo sanno anche i sassi. La nostra Autonomia è in pericolo e questo pericolo si chiama PD. Le ultime dichiarazioni del ministro Boschi non lasciano spazio ad alcuna interpretazione e non ci stupiscono. Il M5S sta denunciando questa deriva centralista da mesi. Se per il PD la Leopolda rappresenta il futuro, per l’Autonomia del Trentino-Alto Adige sarà la fine.”

“Il Patt e l’Svp, eletti per difenderci, governano il nostro territorio proprio con il partito che lo vuole affossare. Ancor peggio, mentre qui nelle nostre valli predicano l’autogoverno, a Roma stringono patti con il nostro aguzzino e gli votano continuamente la fiducia. Il Partito Democratico ha voltato le spalle al Trentino Alto Adige e se ne deve andare. Fuori il PD di Renzi dal nostro territorio. Patt e Svp lo sfiducino invece di governarci assieme. Se non lo faranno, il M5S preparerà una mozione di sfiducia contro il doppiogiochismo della nostra classe dirigente. Vedremo quali forze politiche avranno il coraggio di sottoscriverla. Solo così sapremo chi veramente ha a cuore il nostro territorio e chi invece vuole darci in pasto al centralismo renziano” scrivono Filippo Degasperi, Paul Koellensperger e Riccardo Fraccaro del MoVimento 5 stelle.

Dello stesso parere la governance attuale del Trentino, che con un comunicato stampa diffuso in tarda serata: “Ho avuto modo di manifestare il mio disappunto al presidente del Consiglio dei ministri, Matteo Renzi – afferma Ugo Rossi – alla luce tra l’altro dello sforzo eccezionale che il nostro territorio si e’ impegnato a sostenere per garantire la tenuta dei conti dello Stato. “Lo stesso sottosegretario Delrio, in sede di accordo – aggiunge Ugo Rossi – ha dato atto della responsabilità dimostrata dal Trentino e dall’Alto Adige che impegnano una considerevole quota del proprio bilancio per la tenuta del “sistema Italia”. Dichiarazioni che continuano ad alimentare luoghi comuni sui nostri presunti privilegi non fanno bene a nessuno e mortificano chi, come la nostra comunità, non si è mai sottratta a fare il proprio dovere”.

In merito anche Enrico Lillo, Forza Italia del Trentino, ha manifestato la sua opinione di contrarietà: “Riguardo alle dichiarazioni sull’abolizione delle Regioni a Statuto speciale del Min. Boschi, intendo, a nome di Forza Italia Trentino Alto Adige, invitare la Ministra a porre la sua attenzione su quelle regioni, soprattutto verso quelle a guida PD o comunque di area Centro Sinistra, che ancora oggi sono fucina di sprechi e di spese insostenibili. Noi siamo tra quelli che vogliono che l’autonomia sia da aggiornare e riequilibrare lì dove ci sono storture ovvero dove ci sono ancora dei margini di miglioramento, ma non staremo a guardare quantunque si vorrà tentare di eliminare quanto faticosamente e con grande lungimiranza la Comunità del Trentino Alto Adige ha conquistato nel tempo. A coloro che in Regione, pendono dalle labbra del Partito Democratico, dico di aprire gli occhi, di svegliarsi dal torpore delle poltrone ricevute e di dimostrare con i fatti di essere degni del posto ricoperto e di lavorare quindi per dare a questa regione un’alternativa credibile in grado di dare un futuro certo ai nostri figli.”

Comments

comments