Alemanno: “Il simbolo di Alleanza Nazionale può essere archiviato”

0
57

Il risultato del Comitato centrale della Fondazione di An dà un messaggio chiaro a tutta l’area politica della destra nazionale, a parlarne a riguardo Gianni Alemanno, il vincitore dell’ultima riunione, che, tra le varie cose dette, ha proposto di consegnare alla storia il simbolo di Alleanza Nazionale. “Nessuno oggi si può arrogare il diritto di rappresentare da solo l’eredità di questa area e di conseguenza brandire il simbolo di An come un’arma di divisione e egemonia sugli altri. Non era questa la nostra intenzione quando nella scorsa Assemblea nazionale della Fondazione presentammo una mozione per l’utilizzo di quel simbolo per un grande progetto unitario che comprendesse tutte le anime ex-An senza esclusioni e preclusioni. La stessa mozione presentata da Fratelli d’Italia, che vinse in quella occasione, condizionava l’utilizzo del simbolo di An ad un grande Congresso unitario che non è mai avvenuto”, ha affermato il Segretario di Movimento Nazionale per la Sovranità che poi ha affermato come oggi la destra nazionale sia divisa in una pluralità di soggetti composti da Fratelli d’Italia, Movimento Nazionale per la Sovranità e in parti importanti di Forza Italia. Alemanno ha poi ricordato come esista un vasto mondo di destra dispersa che non è rappresentato da nessuna di queste forze politiche principali.  “Bisogna – ricorda Alemanno – trovare il modo di far convivere e collaborare tutte queste forze, senza veti e preclusioni da parte di nessuno, per ridare forza ai valori e alle idee della destra nella ricomposizione dell’unità di tutto il centrodestra. La Fondazione in questo progetto può e deve assumere un ruolo molto importante dal punto di vista culturale, metapolitico e di comunicazione, per rompere la pesante egemonia che esiste a favore della sinistra e del politicamente corretto”.

Il Movimento Nazionale per la Sovranità continuerà comunque la sua opera politica, fiero di avere nel suo simbolo l’essenza della nostra tradizione: la fiamma tricolore che ha sempre rappresentato, al di là di tutte le articolazioni politiche e partitiche, la speranza degli italiani di costruire una Nazione forte e sovrana, cosciente della sua identità e unità come comunità di destino. Per Alemanno infine “Il simbolo partitico di An può essere archiviato se non può più rappresentare l’unità partitica della destra, la Fiamma tricolore non potrà mai tramontare perché rappresenta i nostri ideali e le nostre speranze”.

Rispondi