ANCHE CORRADO PASSERA APPOGGIA FLAVIO TOSI

0
46

“Matteo Salvini guida un movimento al cui interno ci sono istanze che sarebbe ingiusto trascurare, dal lavoro autonomo alla piccola impresa e alla stessa “questione settentrionale” – sciaguratamente sposa tematiche lepeniste estreme e incompatibili con la dimensione di grande Paese come è l’Italia. Lucra consensi raccogliendo la rabbia di una fetta dell’elettorato berlusconiano che, giustamente, si sente tradito dalle giravolte dell’ex-cavaliere suo leader. Ma Salvini non potrà mai aspirare ad essere il punto di riferimento della parte maggioritaria degli italiani che vogliono non grida e invettive bensì soluzioni concrete ed efficaci e che vent’anni di centrodestra, di cui la Lega è stata parte essenziale, o di centrosinistra non hanno né potuto né voluto risolvere”.

E’ quanto dichiara Corrado Passera in un’intervista su Affari Italiani e sul sindaco di Verona, Flavio Tosi, specifica: “Conosco Tosi da tempo, il nostro rapporto è nato quando ero ministro e abbiamo potuto, ciascuno nel suo ruolo, lavorare assieme e produttivamente su vari fronti. Ne è scaturito un sentimento di stima reciproca, che confermo. Detto questo, Tosi è il sindaco di Verona ed un esponente di rilievo della Lega. Se in quel partito ci sono questioni aperte, debbono risolversi in quell’ambito. Italia Unica non c’entra nulla”.

[Photocredit larena.it]

Comments

comments