ANCHE IL TRENTINO CRISTANO DE ECCHER AI VERTICI DI PRIMA L’ITALIA

0
44

“In attesa che la mia posizione giudiziaria venga chiarita dalle inchieste in corso, su mia proposta l’Assemblea nazionale di Prima l’Italia ha deciso di creare un Comitato di reggenza per rappresentare il Movimento e rilanciarne l’attività. Sono stati chiamati a far parte di questo Comitato sette esponenti politici rappresentativi a livello nazionale: il sen. Franco Bevilacqua, l’on. Francesco Biava, il sen. Cristano De Eccher, i consiglieri regionali Luciano Schifone e Giovanni Zinni e gli ex-consiglieri regionali Isabella Rauti e Giandonato Morra. Il Comitato di reggenza ha indetto per sabato 17 Gennaio a Roma una manifestazione sul tema “Un’Alleanza per l’identità e la sovranità nazionale” per aprire un confronto sul futuro della Destra in Italia”. Lo ha dichiarato in una nota l’on. Gianni Alemanno, Presidente nazionale del Movimento Prima l’Italia, che si è già autosospeso da ogni carica all’interno di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale.

Sarà quindi anche il trentino Cristano de Eccher a guidare il movimento rappresentativo della destra sociale. Era diventato famoso nella scorsa legislatura per essere il Senatore “Stakanovista”, arrivava a Palazzo Madama alle 7.30 e non rincasava mai prima delle 23. Insieme col Catilina affrescato da Cesare Maccari, costretto a rimanere lì anche di notte, fa ormai parte della scenografia. Stando alle statistiche dell’associazione indipendente Openpolis, aveva partecipato a 6.223 votazioni elettroniche su 6.227, con una percentuale di presenze del 99,94%, battendo così anche il collega di partito Remigio Ceroni, attestato «solo» al 99,87% per aver disertato 14 volte su 10.870 la chiama alla Camera.
Prima di essere eletto senatore nel collegio di Rovereto-Riva del Garda, De Eccher, 64 anni, è stato fino alla pensione insegnante di scienze naturali, chimica e biologia negli istituti superiori.

Comments

comments